Google Stadia

Sarà possibile provare gratuitamente Google Stadia

In un’intervista con StadiaCast, il responsabile del prodotto di Stadia John Justice, ha dichiarato che sarà possibile provare il servizio gratuitamente, oltre che confermare che i processi del nuovo servizio sono prioritari per l’azienda. Nell’intervista è stata inoltre fornita maggiore chiarezza sul buddy pass e sulle caratteristiche del controller.

Come ormai ben risaputo, Google Stadia è un servizio di cloud gaming proposto attraverso lo streaming, con cui sarà possibile giocare attraverso diverse piattaforme, inclusi gli smartphone, oltre che il browser Chrome, Chromecast Ultra, desktop, tablet e laptop. Il servizio debutterà questo novembre negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e in 11 paesi europei.

Il costo di Stadia Pro sarà di 9,99€ al mese. Attualmente esiste anche una versione limitata denominata “Founder’s Edition” in bundle, dal prezzo di 129€, attualmente disponibile al preordine. Questo include un Chromecast Ultra, un controller, tre mesi di abbonamento Pro ed un buddy pass da tre mesi da dedicare ad un amico.

Buddy pass e prova gratuita confermata per Stadia

Nell’intervista, Justice ha confermato che i buddy pass per gli amici nella “Founder’s Edition” saranno disponibili entro due settimane dal lancio. In precedenza, questi erano invece previsti dopo sei mesi dal lancio.

Una delle rivelazioni più importanti però, riguarda la prova gratuita di Stadia. Oltre che confermarle, Justice ha specificato che queste verranno rese disponibili a pochi mesi dopo il lancio, poiché il team sta tutt’ora lavorando in che modo esatto configurarle, rimarcando che la prova gratuita è una fra le priorità in cima all’elenco.

Google Stadia

Queste non saranno soltanto limitate ai clienti Stadia che desiderano provare nuovi giochi e funzionalità, ma saranno anche destinate ai non clienti che vogliono provare il servizio.

Altri dettagli riguardo Stadia

Riguardo il controller di Stadia, Justice ha confermato che questo non è dotato di sensori giroscopici per il controllo del movimento. La scelta è stata possibilmente fatta per mantenere un prezzo basso, anche se nell’intervista è stato affermato che non molti sviluppatori di giochi desideravano tale funzionalità.

È stato anche specificato che i giocatori che utilizzeranno Chromecast, sia tramite dongle usb che TV abilitata, non saranno in grado subito di utilizzare tastiera e mouse. Google non ha ancora infatti capito come supportarli su quei dispositivi. Di conseguenza, i giocatori facenti uso di Chromecast, dovranno limitarsi per un pò di tempo al controller.