Android Q

Android Q Beta 4: aggiornamenti dinamici, notifiche adattive ed altro

Alla conferenza I/O 2019, Google aveva introdotto diverse novità della Beta 3 di Android Q. Adesso la casa di Mountain View, ha reso disponibile sui Pixel la Beta 4 della prossima versione del suo sistema, con ulteriori novità da menzionare. Il nuovo aggiornamento, porta con se l’ultima versione delle API per sviluppatori, consentendo agli sviluppatori di iniziare già i test di compatibilità e prepararsi così al lancio finale nel Q3 di quest’anno.

Android Q Beta 4: ecco le novità introdotte

Nello specifico, la Beta 4 di Android Q porta con se gli aggiornamenti di sistema dinamici, i quali consentiranno agli utenti possessori di Pixel, di installare immagini di sistema utilizzate per testare versioni più recenti del robottino verde.

Android Q

Oltre a ciò, le notifiche adattive aiuteranno l’utente a gestire meglio le notifiche app. La funzione assegnerà la priorità alle notifiche basandosi sulle abitudini degli utenti, includendo anche un’opzione per visualizzare le azioni e le risposte suggerite per le app selezionate. Ciò potrà essere abilitato nella sezione App e notifiche, recandosi nelle impostazioni di sistema.

La nuova build di Android Q ha introdotto anche nuove funzionalità gestuali relative al tasto d’accensione, che permetteranno di utilizzarlo come tasto di emergenza ed altro. Tenendo tenuto a lungo il tasto power inoltre, sarà anche possibile visualizzare in anteprima su Google Pay, i dettagli relativi alle proprie carte e pass registrati nel profilo.

Nella Beta 4, Android Q introduce anche la nuova funzione “Autenticazione viso”, che come suggerisce il nome, permetterà di effettuare gli accessi attraverso il rilevamento del volto. Questo dovrebbe funzionare anche per l’accesso ai pagamenti delle app. Riguardo la personalizzazione estetica dell’interfaccia invece, che è una fra le principali novità della nuova versione, sono stati aggiunti quattro nuovi colori accento tra cui cannella, marrone-rosso, blu-verde e una tonalità di blu più scuro.

Per finire, Android Q porta con se un’ulteriore funzione denominata “Screen attention”, la quale mantiene il display acceso quando questo viene guardato dall’utente, evitando così che il timer automatico entri in azione per spegnerlo. La nuova build, accompagnata da una nuova patch di sicurezza, è già disponibile per coloro che hanno effettuato l’iscrizione al programma beta.