Huawei

Google ritarda la sospensione da Android di Huawei di 90 giorni

Come ben sappiamo ed abbiamo appreso dalle ultime ore, Google ha interrotto il rapporto di collaborazione con Huawei, tagliando quest’ultima fuori dal suo ecosistema per via del provvedimento messo in atto dal presidente degli Stati Uniti. In questo modo, l’azienda cinese non potrà più beneficiare dell’accesso e degli aggiornamenti, sia di sicurezza sia che per il sistema operativo, sui nuovi modelli che usciranno, tranne che per quelli già in commercio, a cui è assicurata tutta l’assistenza necessaria.

Il ritardo di 90 giorni della sospensione di Huawei permetterà di prendere le misure necessarie

Proprio ultimamente però, Google ha comunicato di ritardare questa interruzione dei rapporti con Huawei di 90 giorni. La mossa segue la decisione del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, così da poter aiutare meglio i clienti che hanno comprato un recente smartphone dell’azienda cinese.

In precedenza, il dipartimento aveva direttamente inserito Huawei nella lista nera di entità, costringendo le aziende statunitensi a chiedere il permesso al governo prima di trattare con le società.

Huawei

In seguito a ciò, Google ha dichiarato il lunedì di aver interrotto i legami con Huawei riguardo alla fornitura dei servizi per il sistema operativo Android, utilizzato su tutti gli smartphone della casa. La notizia ha quindi logicamente messo in allerta tutti gli utenti, i quali si sono domandanti se i loro dispositivi sarebbero diventati inutili da li a poco. L’azienda subito dopo ha rassicurato l’utenza, dichiarando che i dispositivi già venduti continueranno a beneficiare di tutti i servizi Google.

Google adesso, dando seguito al dipartimento, ha offerto a Huawei un ritardo di tale decisione di 90 giorni, secondo anche quanto dichiarato da una fonte familiare al Wall Street Journal. Google ha anche dichiarato alla testata di Business Insider che:

“Mantenere i telefoni aggiornati e sicuri è nell’interesse di tutti. Questa licenza temporanea ci consente di continuare a fornire aggiornamenti software e patch di sicurezza ai modelli esistenti per i prossimi 90 giorni”

Huawei tuttavia ha rifiutato di rilasciare una sua dichiarazione in merito. Il segretario al Commercio degli Stati Uniti, Wilbur Ross, ha anche dichiarato che tale mossa è stata decisa in modo da prendere le necessarie disposizioni per determinare le misure appropriate a lungo termine riguardo gli americani e i fornitori stranieri di servizi per le telecomunicazioni.