Come attivare l’Always On Display su tutti i telefoni Samsung | Guida

Non sapete ancora come sfruttare al meglio la funzionalità Always On Display del vostro Samsung Galaxy S9 e LG V30? Se volete davvero cominciare a sfruttare al meglio questa interessante funzionalità, non dovete far altro che continuare a leggere questo articolo.

Always On Display: di cosa si tratta?

Per cominciare passiamo subito a presentarvi l’applicazione Always On, dicendo che si tratta di una funzionalità, molto spesso sottovalutata, che consente di visualizzare le informazioni riguardanti il consumo della batteria, le previsioni meteo nella vostra località, l’ora, la data e altre notifiche senza però dover continuamente ricorrere alla fastidiosissima e dannosa, per la batteria, azione di sbloccaggio del display.

Originariamente era stata progettata solo per i dispositivi Samsung Galaxy S7, S7 Edge e LG G5 ma, vista la sua utilità, tale funzione è stata resa disponibile anche per altri smartphone. L’uso dell’ Always On agevola la vita dell’utente che proprio non riesce a fare a meno di controllare quel che succede sullo schermo dello smartphone, vuoi per motivi di lavoro o per interessi personali. Bisogna tenere a mente che sbloccare continuamente lo schermo incide, e non poco, sul consumo e quindi sul ciclo vitale della batteria. Ricorrendo all’utilizzo di questa funzione specifica, invece, è possibile avere l’ accesso immediato alle informazioni desiderate mantenendo lo schermo spento.

Dopo aver attivato la feature, comincerete a visualizzare il menù delle impostazioni, che vi consentirà di personalizzare ogni aspetto. Non mancano settaggi relativi all’ora e al calendario, fino ad arrivare alla selezione del punto dello schermo dove preferite avere a disposizione le informazioni da controllare, senza dimenticare la possibilità di scelta della misura e del colore del font impiegato.

Come attivare l’Always On Display

Se avete una versione precedente dell’app installata

  • Eliminate dati e cache di entrambe le app;
  • Disinstallate gli apk delle due app;
  • Seguite gli step a seguito.

Se non avete mai installato l’app o dopo aver disinstallato la versione precedente

  • Installate i due apk, nel seguente ordine: prima questo e poi questo, senza avviarli;
  • Riavviate lo smartphone.

Step opzionale ma raccomandato

  • Eseguite i seguenti comandi da ADB:
    adb shell pm grant com.samsung.android.app.aodservice android.permission.WRITE_SECURE_SETTINGS
    
    adb shell pm grant com.samsung.android.app.aodservice android.permission.SET_PROCESS_LIMIT

Differenza tra Always On e Ambient Display

Molto spesso quando si fa riferimento a Always On e Ambient Display si pensa che si tratti, erroneamente, della stessa identica funzione. Bisogna fare un’importante distinzione: l’Ambient Display ricorre all’utilizzo del sensore di prossimità, reagendo cioè ai movimenti dell’utente. Le notifiche appaiono quindi sullo schermo solo quando il telefono viene tirato fuori dalla tasca, dalla custodia, dalla borsa o, ad esempio, sollevato dalla scrivania. Quando invece il device viene messo da parte, lo schermo si disattiva in automatico, azione che incide sul consumo della batteria, in particolar modo su quella degli smartphone con pannelli IPS LCD.

Cosa si può fare con Always On

Always On è decisamente user friendly, cioè molto facile da usare per chiunque, intuitiva nel suo aspetto e permette diverse interessanti personalizzazioni. Dopo aver installato ed attivato l’app finirete con il trovarvi subito davanti a diverse opzioni.

  • Cliccando su “Regole automatiche” potrete impostare l’attivazione della feature durante la carica del telefono, oppure attivarla solamente quando la batteria ha raggiunto un determinato livello o ad un’orario ben preciso della giornata;
  • Quando passate invece a cliccare sulla voce relativa a “Gesti e scorciatoie” potere scegliere come riattivare lo schermo, ad esempio grazie ad un semplice doppio tocco, con uno swipe (cioè scorrendo il dito) o con altri gesti predefiniti o a vostra scelta;
  • Inoltre è sempre possibile scegliere di disattivarla durante l’uso della fotocamera o quando si deve chiamare Google Assistant;
  • Sotto la voce “Aspetto” potrete passare a personalizzare come meglio preferite elementi come la luminosità, lo sfondo e lo stile dei numero dell’orologio;
  • Scegliendo la voce “Notifiche” si può attivare la visualizzazione dei contenuti semplicemente toccando l’icona;
  • Infine è possibile attivare il sensore di prossimità per bloccare il cellulare appena riposto in tasca o altrove.

Always On Charge

Cliccando su questa voce (disponibile solo su alcuni modelli) potete sfruttare la funzione solo quando lo smartphone si trova in carica. Quando il dispositivo non è in carica potrete visualizzare: ora, data e notifiche, scorrendo con il dito sul sensore di prossimità. Nel menù delle impostazioni potete decidere inoltre se attivare la funzione:

  • quando tirate fuori il dispositivo dalla custodia, dalla borsa o dalla tasca, tramite la voce Detect phone in pocket (localizza il telefono nella tasca);
  • alla disattivazione dello schermo.

Consigli e conclusione

Se disponete di uno smartphone dotato di schermo AMOLED, sarebbe bene selezionare l’opzione “Random” che trovate nelle impostazioni dell’applicazione. Questa opzione vi permette di evitare il così detto l’effetto “Burn-in“, effetto che consiste in quella immagine-fantasma abbastanza fastidiosa che finisce con il stamparsi sullo schermo, dovuto alla lunga visualizzazione di una immagine di tipo statico sullo schermo stesso. Se non ne avete proprio bisogno, il nostro consiglio è quello di non attivare le notifiche meteo, poiché incidono molto sul consumo della batteria.