WhatsApp

WhatsApp: sarà presto possibile bloccare i messaggi frequenti inviati sui gruppi

Negli ultimi 12 mesi, la piattaforma di messaggistica di WhatsApp, la quale continua a vantare il più grande bacino di utenza, ha introdotto alcuni strumenti per limitare possibili messaggi pericolosi e di spam che l’utente potrebbe ricevere. L’ultima aggiunta, riguarda adesso i messaggi frequentemente inviati nei gruppi, che adesso sarà possibile bloccare.

WhatsApp: in arrivo un nuovo strumento contro i messaggi di spam nei gruppi

La notizia arriva dalla testata WaBetaInfo, interamente dedicata alle novità in arrivo nell’app di messaggistica di WhatsApp. La funzione è disponibile nella versione beta 2.19.97, questa renderà presto disponibile una nuova funzionalità, la quale sarà disponibile solo per gli amministratori del gruppo nelle impostazioni di quest’ultimo, che permetterà di impedire l’invio troppo frequente di messaggi.

La funzione segnalerà anche questi ultimi, attraverso un tag che comparirà sui messaggi, il quale riporterà la dicitura “frequentemente inoltrato”, quando questi saranno inviati per più di quattro volte. La nuova funzione quindi, si propone come un utile filtro atto a prevenire possibili messaggi di spam e simili.

WhatsApp

Un’utile aggiunta che aiuterà a filtrare in maniera efficiente questa tipologia di messaggi, solitamente comuni nei gruppi WhatsApp di grandi dimensioni. La funzione non è ovviamente ancora disponibile in versione stabile e non è ancora nota la data di rilascio, che tuttavia potrebbe avvenire a breve, fra qualche aggiornamento sul Play Store.

Come precedentemente accennato, la funzionalità va a completare una varietà di altri strumenti per fare in modo di limitare il più possibile messaggi fastidiosi e pericolosi, nella piattaforma di WhatsApp. Altri strumenti precedentemente aggiunti all’app includono limiti di inoltro, rilevamento di link sospetti e controlli di amministrazione migliorati. La società sta anche lavorando alla ricerca inversa delle immagini della galleria, che consentirà rapidamente di verificare un’immagine ricevuta, prevenendone così il download.