Samsung

Galaxy S10: Samsung brevetta una nuova modalità gaming

Samsung ha da poco presentato all’unione europea, una richiesta di brevetto per una nuova modalità gaming chiamata “Neuro Game Booster”. La tecnologia che potenzia le prestazioni grafiche, probabilmente coadiuvata dal algoritmi d’intelligenza artificiale per aumentare sapientemente le performance hardware durante situazioni che richiedono un alto carico di lavoro, è stata scovata per la prima volta nel relativo brevetto.

Samsung brevetta una nuova tecnologia di game boost che si appresta a comparire su Galaxy S10

Sebbene Samsung non abbia ancora svelato alcun dettaglio in merito al suo funzionamento, è possibile formulare la plausibile ipotesi che l’impatto di tale modalità, sarà analogo a quanto attualmente riesce a fare la tecnologia GPU Turbo di Huawei, con i suoi processori proprietari di punta HiSilicon Kirin.

L’unico accenno sulla nuova tecnologia brevettata da Samsung, si trova nel campo descrittivo del brevetto, denominato “Elenco dei beni e servizi”, scoperto dalla testata GalaxyClub.nl. Come è possibile vedere dall’immagine, questo include diverse denominazioni fra cui “Electronic game software for mobile phones”, “Computer programmes for playing games” e “Artificial intelligence software”.

Mentre molte delle denominazioni descrivono semplicemente la categoria relativa alla tecnologia, la presenta della dicitura “Artificial intelligence software”, ovvero “Software d’Intelligenza Artificiale“, suggerisce palesemente che la NPU (Neural Processing Unit) del processore proprietario Samsung Exynos 9820, verrà sfruttata dalla modalità di boost.

Samsung

Come avviene su GPU Turbo, è probabile che la tecnologia “Neuro Game Booster” di Samsung utilizzi gli algoritmi di intelligenza artificiale per aumentare il clock della GPU, in risposta all’eventuale richiesta di carico elevato da parte di un videogioco, sfruttando così la NPU per adattare le prestazioni di volta in volta. Ciò ovviamente permetterà di ottimizzare il consumo batteria, risparmiando energia negli stati di inattività dello smartphone o in situazioni di poco carico.

Non ci sono ulteriori informazioni per adesso, riguardo la nuova tecnologia di game boost depositata da Samsung. Se ne saprà sicuramente di più durante l’apertura del keynote al Mobile World Congress 2019, che si terrà fra un mese a Barcellona, dove la casa si appresterà a lanciare l’atteso Galaxy S10, che sarà dotato sia di Snapdragon 855 che dell’Exynos 9820 precedentemente menzionato. Viene quindi da pensare che la tecnologia di game boost potrebbe avere diversi settaggi, a seconda della regione di rilascio.