Motorola

Motorola potrebbe sostituire i tasti fisici con dei tasti virtuali nel suo prossimo smartphone

Motorola è un’azienda che vanta una lunga storia di innovazione nel settore della telefonia mobile. Proseguendo in questa direzione, l’azienda sta pianificando di introdurre una nuova tecnologia che potrebbe apportare qualche cambiamento agli odierni smartphone. La società ha infatti depositato un brevetto per un futuro smartphone, che descrive una funzionalità simile ad Edge Sense di HTC. 

Motorola brevetta dei tasti virtuali funzionanti da entrambi i lati del dispositivo

Nonostante non sia ancora noto su quale smartphone di Motorola la tecnologia farà il suo debutto, il brevetto suggerisce che questo potrebbe essere un prossimo top di gamma. Il brevetto è stato scoperto nel sito del WIPO (World Intellectual Property Organisation) e descrive dettagliatamente la tecnologia attraverso diverse immagini allegate, fornite dalla testata 91mobiles.

Motorola

La prima di queste, mostra diversi moduli come il touchscreen, un modulo di analisi dell’imput di tocco, database del profilo del grip ed altro ancora. Ad attirare l’attenzione nei disegni del brevetto Motorola, c’è anche un icona di un impronta digitale sul bordo inferiore del display, che suggerisce chiaramente un lettore d’impronte integrato su schermo.

Motorola

Oltre a ciò, gli schemi svelano che il dispositivo potrebbe presentare un display che si estende completamente eliminando i bordi delle cornici, di cui ogni lato avrà una funzione specifica diversa. Ciò significa che Motorola potrebbe interamente sbarazzarsi dei pulsanti fisici nel suo prossimo top di gamma, sostituendoli con tasti virtuali.

Il brevetto mostra che tali pulsanti virtuali posti nei lati dello smartphone, permetteranno di accedere alla fotocamera, controllare la riproduzione della musica, comprendendo anche il tasto per l’accensione. Non è noto però se Motorola intende inspirarsi maggiormente ad HTC, fornendo un tasto virtuale in grado di funzionare su entrambi i lati, analogamente a quanto Edge Sense fa tutt’ora.

Motorola

I disegni del brevetto di Motorola mostrano tuttavia tale possibilità di funzionamento, svelando anche che il dispositivo sarà in grado di capire il modo in cui viene afferrato dall’utente, cambiando posizione dei pulsanti consequenzialmente al cambio di orientamento.

C’è anche un suggerimento riguardo la possibilità di rilevare automaticamente l’attacco di un accessorio modulare. Una volta avvenuto il rilevamento, il dispositivo mostrerà i pulsanti di controllo virtuali sul display, per fornire il controllo del modulo, fornendo inoltre la possibilità di attivarli anche tramite comando vocale, riconoscendo in primo luogo la voce dell’utente e mostrando di conseguenza un tasto virtuale su schermo per attivare il resto delle funzionalità.

Non sono adesso disponibili ulteriori dettagli sull’interessante tecnologia di Motorola, nonostante questi siano già tanti. Non resta che attendere possibilmente un annuncio o una notizia, che ci informi dell’implementazione dei tasti virtuali su un prossimo top di gamma della casa!

SOLO PER VERI NERD!
Rimani sempre aggiornato
Ricevi email su argomenti tecnologici di tuo interesse
Invalid email address
riceverai 1 mail alla settimana