OnePlus 6T

OnePlus 6T teardown: ecco come funziona il lettore d’impronte in-display

Lanciato da poche settimane ed accolto molto bene dal pubblico, OnePlus 6T è il primo dispositivo della casa cinese dotato di un sensore d’impronte in-display. In un momento in cui l’avanzamento tecnologico degli smartphone procede nella strada che conduce a dispositivi che integrano più componentistica possibile nello schermo, l’azienda cinese ha deciso di puntare su questa tecnologia relativamente nuova, che consente conseguenzialmente anche di ottenere un maggior rapporto schermo-scocca.

Ecco svelato il funzionamento del sensore d’impronte in-display di OnePlus 6T

Ma come funziona e come è fatto il sistema utilizzato da OnePlus 6T, che permette di scannerizzare le impronte direttamente dal display? Un nuovo video di teardown, postato dal canale YouTube JerryRigEverything, in cui appunto il dispositivo viene disassemblato, vengono mostrate tutte le componenti interne dello smartphone, compresa la tanto discussa tecnologia di scansione delle impronte in-display.

OnePlus 6T

Quest’ultimo, è essenzialmente una mini fotocamera posta praticamente subito sotto lo schermo del OnePlus 6T, che scatta in primo piano l’immagine dell’impronta digitale, assieme ai relativi dettagli, attraverso un foro traslucido posto nel punto basso del display AMOLED.

OnePlus 6T

Nel video, lo youtuber inizia a smontare il OnePlus 6T rimuovendone il pannello posteriore trasparente, assieme alla batteria integrata. In seguito procede a smontare il modulo della fotocamera dalla scheda madre, svelando il componente che si occupa della stabilizzazione ottica dell’immagine, durante lo scatto delle foto. Raggiunge quindi la parte inferiore del telefono e rimuovendo le varie parti, svela il sensore d’impronte in-display, posizionato leggermente sopra alla porta per la ricarica.

Il sensore d’impronte in-display di OnePlus 6T, scatta in pratica una foto ravvicinata dell’impronta, utilizzando l’illuminazione del display per registrarne con dettaglio i dati e memorizzarla per gli sblocchi futuri. Dal momento che questa tecnologia utilizza una piccola fotocamera sotto lo schermo, c’è la reale possibilità di vedere presto smartphone che integreranno la fotocamera anteriore nel schermo, cosa a cui Samsung sta già studiando.