Modding | GApps: come installare le Google Apps su di una custom ROM Android

Il processo di flash di una custom ROM è collegato, il più delle volte, al ricorso ad un particolare pacchetto denominato GApps, fondamentale per poter avere accesso alle principali funzionalità tipiche di Android ed in questo articolo vi spiegheremo di cosa si tratta esattamente, oltre a mostrarvi la corretta procedura, dettagliata passo dopo passo, per poterle installare in modo semplificato e privo d’errori.

GApps rappresenta l’abbreviazione di Google Apps, si tratta di tutte le applicazioni ed i servizi sviluppati da Google divenuti ormai indispensabili per sfruttare al massimo il potenziale del nostro smartphone o tablet Android. Molte custom ROM, purtroppo, non vantano il pacchetto in modo preinstallato, motivo per il quale durante la fase di flash è necessario procedere all’installazione in modo separato, per rendere la ROM utilizzata completa sotto ogni aspetto.

Il principale servizio contenuto all’interno delle Google Apps, per fornire in modo migliore un’idea della loro importanza, è sicuramente il Google Play Store dal quale possiamo effettuare il download sul dispositivo di tutte le altre app Android, ponendosi come elemento chiave e centrale all’interno dell’OS e della ROM, quest ultimo  è sicuramente uno dei motivi principali per cui l’installazione delle GApps è indispensabile per sfruttare al meglio tutte le potenzialità del sistema operativo di Google. Di seguito vi mostreremo la procedura  corretta e completare da condurre per per poter installare il pacchetto ogni volta ne possiate aver bisogno, sopperendo alle mancanze di molte ROM.

Operazioni preliminari:

Come già sottolineato nella fase introduttiva, questa procedura è necessaria solo se installiamo una custom ROM che non abbia già all’interno le app di Google, una volta completata l’installazione di una qualsivoglia ROM, e solo dopo tale fase, i seguenti passaggi saranno richiesti in caso di mancanza di servizi Google.

  • Individuare ed effettuare il download delle GApps

Prima di procedere alla fase pratica è necessario disporre del pacchetto relativo alle GApps, queste ultime non vanno considerate come universali bensì sviluppate in funzione del versione di Android equipaggiata sul dispositivo, che visionerete dai dettagli della ROM montata. Le Google Apps sono spesso contenute all’interno dei thread della custom ROM di scelta, in caso contrario per evitare dubbi potete sfruttare, grazie ad XDA, il tool denominato Gapps Manager, che vi semplificherà la scelta del pacchetto.

Una volta scaricato il file bisognerà tenere a mente la directory di destinazione, in caso di passaggio dal computer oppure se condotto direttamente dal browser, per ricercarlo successivamente in fase di flash.

  • Accedere alla recovery

Come per installare una custom ROM anche per questo pacchetto sarà necessario ricorrere ad una recovery modificata per effettuare l’installazione, l’accesso si diversifica ovviamente in base al dispositivo in vostro possesso.

Procedura:

Per installare le GApps dovrete eseguire i seguenti passaggi:

  • Step 1: Dopo essere entrati nella recovery, dovrete cliccare sull’opzione denominata “INSTALL ZIP”, successivamente “CHOOSE ZIP FROM /SDCARD”, punto dal quale dovrete individuare la directory di destinazione del file “.zip” del pacchetto GApps.
  • Step 2: Dopo aver selezionato il file bisognerà fornire conferma cliccando su “YES”.
  • Step 3: A questo punto dovremo attendere il completamento della procedura d’installazione, una volta effettuata potremo riavviare il dispositivo cliccando sulla voce “REBOOT SYSTEM NOW” e passare all’impostazione dei servizi Google sulla nostra custom ROM

Per qualsiasi dubbio, domanda o richiesta di spiegazione, potete fare riferimento al modulo commenti, la redazione di Android.Caotic resta a vostra disposizione per chiarimenti e supporto, ove possibile, nell’applicazione della guida nei confronti di tutti i propri lettori.

NOTA INFORMATIVA:

La guida si propone a scopo illustrativo, con tale la redazione di Android.Caotic non si assume la responsabilità per eventuali danni occorsi al vostro terminale durante i passaggi, consapevoli dei rischi, ben esposti, ai quali è possibile incorrere.