Huawei

Hongmeng OS di Huawei è più veloce di Android del 60%

Il nuovo Hongmeng OS di Huawei, come viene soprannominato in Cina, si dice già sia il 60% più veloce di Android. Questo secondo gli ultimi produttori cinesi, Vivo ed OPPO, che lo hanno testato da poco sui propri dispositivi, su cui presumibilmente hanno intenzione di utilizzarlo.

Vivo ed OPPO hanno provato il nuovo sistema operativo di Huawei

Ciò tuttavia potrebbe trattarsi per ora, soltanto di una dichiarazione con mero scopo di marketing. Sono tutt’ora sconosciuti infatti i dettagli del nuovo sistema operativo di Huawei, non si è a conoscenza del suo tempo di avvio, della velocità con cui si aprono le app eccetera. Il numero 60% quindi, per adesso, rimane tale fin quando non emergono precisi dettagli.

Tuttavia, a dare un pò di valore a quel 60% di velocità in più reclamata, c’è la notizia che Hongmeng OS di Huawei, sarebbe pronto per l’impiego sui dispositivi della casa già per questo ottobre, dapprima soltanto sui nuovi smartphone entry-level e mid-range. Secondo l’analista di Tianfeng InternationalGuo Mingxi, il nuovo sistema operativo non è ancora pronto per le esigenze degli utenti facenti uso di dispositivi top di gamma.

Huawei

La casa quindi porterà il nuovo sistema alla serie Mate, quando sarà il momento giusto. Ciò che emerge da ciò quindi, è che Hongmeng sarà inizialmente un sistema operativo entry level, destinato ai dispositivi di fascia bassa e media, su cui non dovrà gestire molte applicazioni. Ciò potrebbe spiegare quindi la maggiore velocità rispetto ad Android.

Non è infatti difficile immaginare che la versione AOSP (Android Open Source Project), sia più veloce di Android sviluppato da Google. La versione AOSP è molto leggera rispetto alla versione principale, non deve infatti eseguire diversi servizi presenti sulla versione normale di Android, dato che è destinata allo sviluppo libero di terzi.

La parola “Hongmeng” in cinese, significa “mondo primordiale”. Ciò si riferisce agli elementi iniziali dell’esistenza, in questo caso per il nuovo sistema operativo di Huawei. La casa per adesso, sta solo iniziando ad utilizzare il suo nuovo sistema partendo dalla fascia bassa, mentre in futuro non avrà altra scelta che portarlo anche su smartphone, tablet, smartwatch e persino laptop di fascia alta.

Il produttore cinese inoltre, anche secondo le ultime notizie, starebbe valutando l’uso si Aurora OS per i clienti russi, mentre starebbe pensando a Sailfish OS per i dispositivi di fascia alta. Non resta che attendere, per capire come si assesterà la situazione.