Google Stadia

Google Stadia: il futuro del Cloud Gaming proposto da Mountain View

Questa mattina, il team di Google è salito sul palco della Game Developers Conference 2019 per svelare la sua proposta di “futuro del gaming”. Nell’evento durato un’ora, in cui è stato svelato il progetto Google Stadia, si è andati in profondità spiegando i dettagli di questa nuova ed interessante tecnologia, che promette di rivoluzionare il settore dei videogiochi.

Google Stadia: ecco cosa offre l’ambizioso servizio di Mountain View

Google Stadia è il nuovo servizio streaming per i videogiochi, proposto dalla casa di Mountain View. Con questo nuovo servizio, la casa vuol permettervi di giocare ovunque voi siate. La società afferma inoltre che sarà possibile iniziare a giocare, anche solamente guardando il trailer del videogioco interessato su YouTube, in cui sarà disponibile un’opzione per avviare il gioco in soli 5 secondi.

Google Stadia sarà supportata già al suo lancio da pc sia fissi che portatili, TV, tablet e smartphone. Durante la demo nell’evento, il nuovo servizio è stato anche dimostrato attraverso dispositivi come Pixelbook, Pixel Slate, Pixel 3 XL ed un televisore con Chromecast Ultra.

Google Stadia

Gli utenti che usufruiranno di Google Stadia, potranno giocare con un normale controller USB o con il mouse e la tastiera. La casa sta anche tuttavia lanciando un nuovo speciale e apposito controller, dotato di due d-pad, due stick analogici e trigger ed ulteriori due pulsanti speciali aggiunti da Big G, che consentiranno di acquisire il gameplay così da pubblicarlo in seguito su YouTube e di richiamare l’assistente Google per attivare il microfono, usufruendo dei comandi vocali durante la sessione di gioco.

Google Stadia: multiplayer evoluto e funzioni speciali

Un’altra particolare caratteristica del controller pensato per Google Stadia, sarà la possibilità di collegarsi al data center di Google, attraverso il Wi-Fi, determinando lo schermo o il dispositivo a cui si è connessi ed avviando così, con la migliore impostazione, la sessione di gioco. L’opzione sarà molto utile quando ci si sposterà da un dispositivo ad un altro.

Il servizio di Google Stadia, renderà disponibile alcune caratteristiche speciali oltre a permettervi di iniziare immediatamente a giocare. Con State Share per esempio, sarete in grado di condividere un momento di gameplay coi vostri contatti, in una maniera che sarà possibile provare l’esperienza di gioco che avete avuto. Questa istanza di condivisione, includerà anche diverse variabili di gioco, come il vostro inventario, la vostra posizione eccetera.

Google Stadia

Da notare anche la funzione Crowd Play, con cui sarà possibile vedere uno streaming di un gameplay su YouTube ed unirsi alla partita con quella persona. Se lo streamer abiliterà la funzione, sarete in grado di premere il tasto “Partecipa a questo gioco” per unirsi alla sessione.

Google Stadia

Il tasto relativo a Google Assistant inoltre, potrà essere utilizzato per chiedere aiuto nel superamento di un determinato livello o sezione di gioco. Tramite l’apposito comando vocale, l’assistente vi mostrerà subito un video con cui superare quella parte di livello.

Altre caratteristiche e data di lancio

Big G ha confermato che Google Stadia supporterà il multiplayer multipiattaforma, qual’ora questo sia abilitato dagli sviluppatori, con supporto per il salvataggio dei progressi in gioco. Il servizio supporterà modalità di visualizzazione 4K, HDR con 60 fotogrammi al secondo e audio surround. In futuro si prevede un aumento a 8K e 120 fps.

Il servizio sarà lanciato nel corso di quest’anno e arriverà prima negli Stati Uniti, essendo rilasciato in seguito in Canada, Regno Unito e gran parte dell’Europa. Non sono ancora disponibili dettagli sui prezzi riguardo il controller ed eventuali accessori.

Non resta che attendere.