Samsung in calo, utili dopo tre anni in negativo

In contrapposizione ai risultati record presentati da Apple relativamente al Q1 2015, arrivano, come da previsioni, i risultati in negativo del colosso coreano Samsung. Per la prima volta dopo tre anni il gigante del settore mobile fa segnare utili in negativo, un segnale importante che dimostra la crisi che sta vivendo l’azienda grazie anche a degli ultimi dispositivi non all’altezza delle aspettative.

La fiducia in Samsung è notevolmente calata, tanto che sia gli analisti che i vertici dell’azienda prevedono che anche il 2015 sarà un anno difficoltoso. I dati hanno visto segnare profitti netti per 23.400 miliardi di won (21,45 miliardi di dollari) nel 2014, in calo del 23,2% rispetto al 2013. Gli utili operativi scendono dell’11,7% a 25 mila miliardi di won e le vendite arretrano del 10% a 206 mila miliardi di won.

Diversi sono i fattori che hanno portato Samsung in questa congiuntura negativa, da una parte la pressione di Apple, che grazie ai suoi nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus riescono ad ottenere ottimi risultati sia negli USA, ma sopratutto in paesi asiatici dove l’azienda californiana finora non aveva molto appeal, ma dove ora la sua crescita incomincia a far paura. Oltre ad Apple, Samsung deve fronteggiare anche la concorrenza dei produttori cinesi, come Xiaomi, Huawei, cje stanno rubando quote di mercato nel settore Android alle più prestigiose Samsung, LG e Motorola.