songza

Google acquista Songza per migliorare i propri servizi musicali

Dopo l’acquisizione da parte di Apple di Beats al fine di migliorare il proprio servizio di musica in streaming, anche Google era in cerca di una importante acquisizione per migliorare i propri servizi di streaming musica, ed è delle ultime ore la notizia che BigG ha portato a termine l’acquisto di Songza.

Songza è un servizio meno noto dei più conosciuti Spotify o Deezer, anche perchè tale servizio al momento non è disponibile in Italia, ma più che sullo streaming di musica, il servizio ha delle specifiche molto avanzate in termini di creazione delle playlist. L’utente può infatti ricercare della musica con parametri complessi come ad esempio  “musica elettronica recente, ma non troppo strana”, un dettaglio di ricerca non ottenibile su nessun altro tipo di servizio.

Google potrebbe così integrare i servizi offerti da Songza all’interno del proprio servizio di streaming musica, oppure sul proprio sito Youtube, il quale si vocifera che potrebbe introdurre nei prossimi mesi una funzionalità di streaming musica integrata nel sistema. Al momento non ci sono ancora conferme ufficiose sull’entità del pagamento effettuato da Google per tale acquisizione, ma si vocifera siano 6.7 milioni i dollari sborsati da BigG.  La cosa sicura è che Songza rimarrà autonomo con il suo servizio e la sua app, come anche con i suoi 5,5 milioni di utenti.