Android Device Manager: migliorata la sicurezza con la password d’accesso

Importanti novità giungono per l’Android Device Manager, il sistema di tracciamento e localizzazione dei propri dispositivi grazie al quale il colosso di Mountain View ha potuto finalmente fornire all’eco-sistema Android il proprio meccanismo di sicurezza, una delle poche mancanze nei confronti con la concorrenza che da tempo si è focalizzata su questo particolare concetto di sicurezza per gli utenti e che, proprio questi ultimi, avevano richiesto a gran voce.

Nonostante l’arrivo dell’applicazione, la prima release presenta ugualmente delle carenze strutturali che, almeno parzialmente, ne invalidavano la funzionalità, non a caso pur smarrendo il dispositivo chiunque poteva accedere all’app disabilitandone il tracciamento, aspetto sul quale Google ha lavorato introducendo, con la nuova release 1.0.2, la richiesta di password per ogni accesso, fornendo il dettaglio mancante che all’Android Device Manager mancava per poter diventare un sistema di sicurezza di riferimento nel settore.

La nuova versione, oltre ad introdurre questa feature,  ha implementato tra i comandi a distanza anche la possibilità di cancellare la memoria interna e sono stati risolti diversi piccoli problemi che si manifestavano durante il suo utilizzo. L’update alla release 1.0.2 è eseguibile soltanto collegandosi col dispositivo al Google Play Store nella relativa scheda, potete raggiungerla comodamente tramite il seguente link al fianco del quale vi suggeriamo la nostra guida all’utilizzo: