Xiaomi: prime impressioni di Hugo Barra

Dal suo passaggio tra Google e Xiaomi, di Hugo Barra si è sentito parlare molto poco, a parte qualche sondaggio esplorativo tra gli utenti verso la sua nuova azienda, o delle interviste che motivassero la migrazione verso la Cina.

Dal suo insediamento ufficiale, precisamente dal 9 Ottobre, Barra ha avuto sicuramente un massiccio lavoro da svolgere, il suo nuovo ruolo è infatti quello di valutare l’attuale struttura interna di Xiaomi, in fase produttiva e di marketing, per apportare i cambiamenti adatti ad un lancio del brand in tutto il mondo, Europa compresa. Dopo circa una settimana di lavoro l’ex Vice-Presidente di Android ha voluto comunicare le proprie impressioni verso il mercato asiatico ed in particolare verso Xiaomi.

Uno degli aspetti che l’avrebbero maggiormente sorprese riguarderebbe l’area di sviluppo e produzione, con tempi e ritmi celeri favoriti da un’eco-sistema produttivo e tecnologico moderno mai visto altrove, ed in particolare anche l’attenzione al prodotto finale, con devices dalle elevate specifiche tecniche accessibili a costi molto contenuti.Tutti questi fattori farebbero parte ad una concezione di sviluppo finalizzata al solo cliente ed alla sua soddisfazione, un’atteggiamento che, secondo Barra, Xiaomi avrebbe adottato con giusta ragione.

Dopo i record di vendite dei suoi device, quindi altri elogi per un marchio che si prepara adesso ad invadere il mercato globale.

Via.