Android-4-4-KitKat

Google annuncia il nuovo sistema operativo Android 4.4 KitKat

Contemporaneamente con l’annuncio del superamento di 1 miliardo di attivazione di dispositivi Android in tutto il mondo, Google a sorpresa ha ufficializzato il nome della prossima versione del proprio sistema operativo. Essa si chiamerà Android 4.4 Kitkat, il riferimento alla famosa barretta di cioccolato sembra essere una burla del gigante tecnologico, ma l’apertura del sito ufficiale sembra dare un tono serio ed ufficiale alla notizia.

Google ha provveduto infatti a mettere online la pagina ufficiale di tale nuova versione sul proprio sito internet, raggiungibile al link www.android.com/kitkat, dove si può notare tutta la storia delle precedenti versioni del sistema operativo Android e per ultima tale nuova release Android 4.4 KitKat. La nuova versione va ad accodarsi ad Android 1.5 Cupcake, 1.6 Donut, 2.0 Eclair, 2.2 Froyo, 2.3 Gingerbread, 3.0 Honeycomb, 4.0 Ice Cream Sandwich e 4.1 Jelly Bean.

La notizia è stata confermata anche da Sundar Pinchai attraverso un tweet, vediamo le sue parole:

non vedo l’ora che venga rilasciata la nuova versione di Android che è dolce quanto una delle barrette di cioccolato che il nostro team preferisce“.

Android-4-4-KitKat-2

Sula pagina ufficiale vi è inoltre il commento di Google per questa nuova versione dle proprio sistema operativo:

è un nostro obiettivo con Android KitKat rendere disponibile a tutti un’esperienza utente fantastica di Android

Al momento non c’è una data di rilascio per Android 4.4 KitKat ma sarà disponibile entro poche settimane per i seguenti device:

  • Galaxy Nexus (probabilmente)
  • Nexus 4
  • Nexus 7 2012
  • Nexus 7 2013
  • Nexus 10

Google ha quindi abbandonato la denominazione Key Lime Pie data per certa (oppure potrebbe essere spostata per la versione 5.0), per utilizzare il nome di una nota barretta prodotta dalla Nestlè, a riguardo del nome Google precisa:

KitKat è stata la barretta di cioccolato preferita dal team per molto tempo, quindi per la release “k” di Android abbiamo chiesto a Nestlè se sarebbe stata disposta a concederci di utilizzare il nome della sua barretta“.