Samsung Galaxy S Advance: design e potenza a 379 euro

Continua la distribuzione da parte di Samsung di terminali basati sul primo ed intramontabile Galaxy S. Dopo il lancio dell’oramai ben navigato Plus arriva oggi il Galaxy S Advance. Versione ancor più rimodernata il cui arrivo sul mercato italiano è stato previsto per la fine di marzo al prezzo di 379 euro.

Presentato ufficialmente questa mattina nella cornice milanese, ecco di seguito le parole del President of IT & Mobile Communications Division di Samsung Electronics, JK Shin, che meglio esprimono il carattere del device presto in commercio:

“Con GALAXY S Advance, affianchiamo ai precedenti smartphone di successo della famiglia GALAXY, un dispositivo in grado di coniugare al meglio potenza e stile con la versatilità dei servizi offerti dai Samsung Hub.” 

Accantonando questa volta le caratteristiche da noi già anticipate in occasione delle prime foto derivate dal Mobile World congress 2012 andiamo dunque ad analizzare le funzioni che Samsung ha voluto appositamente dedicare al new entry della famiglia.

A tutti coloro che acquisteranno lo smartphone sarà infatti permesso l’accesso agli innovativi Samsung Hub e ChatON. Il primo di questi, aggiunge alle oltre 400.000 applicazioni disponibili sul Play Store di Google servizi come: Reader Hub, Game Hub e Music Hub, i quali mettono a disposizione dell’utente una vasta gamma di brani musicali, riviste, giornali, e-book, giochi, applicazioni e quant’altro in modo tale da poter personalizzare al meglio il proprio gioiellino Android.

ChatOn invece, è un servizio di comunicazione multipiattaforma creato dall’azienda madre per permettere a tutti i possessori dei propri smartphone di rimanere sempre connessi attraverso una community globale. Al posto dei classici username e password, si utilizzerà come account semplicemente il proprio numero di telefono, con la possibilità di creare chat di gruppo e condividere ogni sorta di contenuto multimediale. Praticamente una sorta di FanZone sociale.

Ma non finisce qui. Per gli amanti della sicurezza il Samsung Galaxy S Advance è stato infatti dotato del Mobile Tracker. Il sistema di gestione che permette, in caso di smarrimento, di tener sempre traccia del proprio smartphone tramite Web e di cancellarne i dati sopra salvati da remoto.

A chi temeva infine un sistema operativo fermo alla release 2.3, ricordiamo che l’Advance sarà disponibile “di default” con Gingerbread, ma tranquillamente aggiornabile ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich con interfaccia utente Samsung TouchWiz. Considerando il rapporto qualità/prezzo possiamo dunque affermare che il nuovo successore del Galaxy S ha tutte le carte in regola per catturare una buona fetta di mercato, staremo a vedere nei mesi che seguiranno quale sarà la risposta del pubblico. Voi cosa ne pensate ?