La Cyanogenmod 9 non avrà più i permessi di root di default

Molti di voi sicuramente conosceranno la Rom CyanogenMod ed i diversi benefeci che essa può apportare al device sul quale è installata. Tra questi è da sottolineare sicuramente il servizio che ci permette di utilizzare i permessi di Superuser. Diritti di root che a partire dalla nona versione (quella basata su Ice Cream Sandwich) non saranno più presenti di default.

Direttamente dal blog ufficiale di CyanogenMod abbiamo infatti potuto appurare la notizia della scomparsa, per questioni di sicurezza, di determinati applicativi già a partire dalla CyanogenMod 9 build alpha.

A partire dalla CyanogenMod 9 non sarà possibile ottenere i diritti di Superuser ?

Nessuna paura, il team di sviluppatori non ha abolito del tutto la funzione, ma al contrario l’ha implementata per garantire un corretto utilizzo ed allo stesso tempo diminuire i rischi che gli utenti meno esperti incontrano durante l’installazione di un file.apk. Per chi non lo sapesse, di fatti, concedere i permessi ad applicazioni derivate da terze parti o contenenti software modificati potrebbe portare al furto di dati o in casi limite anche l’accesso ad informazioni personali.

Un punto sul quale il gruppo guidato da Steve Kondik ha voluto porre particolare attenzione , in quanto di per sé potrebbe pregiudicare l’utilizzo della stessa Custom ROM o causare inconvenienti a diversi user. Precisando che la stessa preoccupazione ha dilungato di per sé anche i tempi di consegna della nuova nata, al fine di realizzare un prodotto quanto più completo ed innovativo possibile senza però stravolgere l’ecosistema principale.

Tramite l’apposito menù potremo quindi ora switchare tra le seguenti funzioni:

  • Disattivare il Root
  • Attivare il Root solo per l’ADB
  • Attivare il Root solo per le App
  • Attivare il Root sia per l’ADB che per le App

Analizzando dunque quanto detto, è facile apprendere che l’uso dei permessi di root dovrà essere esplicitamente abilitato dall’utente. Ciò comporta che esso sarà pienamente consapevole dei rischi che corre concedendo, tramite l’utilizzo selettivo, la possibilità di compiere determinate operazioni a quelle applicazioni che verranno contrassegnate dal SuperUser.apk.

Un cambiamento col quale non possiamo che essere pienamente d’accordo in quanto permette agli utenti esperti di utilizzare il root quando lo si desidera, ma anche di tutelare tutti coloro che sono ai primi passi con l’utilizzo di una CyanogenMod.