Samsung Galaxy S3: con scocca in ceramica e schermo da 4.8″ ?

A pochi giorni dal Mobile World Congress sembra certo che il Samsung Galaxy S3 non farà il suo ingresso trionfale. Nonostante questo, non terminano i rumors circa le caratteristiche di questo fantastico dispositivo…



Le notizie trapelate riguardano il display e il materiale utilizzato. Se le notizie verranno confermate stiamo parlando di uno smartphone costituito da uno schermo da ben 4.8 pollici e un pannello posteriore realizzato in una particolare ceramica rinforzata che lo renderà molto più resistente. Sarà anche un “lancio simultaneo globale” sempre secondo queste fonti.

Realizzare smartphone con schermi grandi sembra sia un’idea sempre più diffusa: il Galaxy Nexus, che rappresenta una sorta di passaggio intermedio tra il Galaxy S2 e 3, ha già un 4,65 pollici, altri dispositivi di punta come l’ HTC X One (non confermato) e l’ LG Optimus 4X HD (confermato), sono dotati di display da 4,7 pollici. Anche se non ne hanno parlato esplicitamente uno schermo 720p Super AMOLED sembra essere la scelta evidente per questo dispositivo.

Riguardo al materiale sono varie le voci a riguardo, la ceramica sembra la più plausibile. Si sentono spesso lamentele riguardo la costruzione in plastica fragile dei telefoni dunque sembra una scelta molto interessante quella della SamsungUna ceramica indurita, pur mantenendo il peso relativamente leggero, potrebbe dare al Galaxy S3 una sensazione tattile superiore a quello degli altri smartphone. Ma non tutti sono d’accordo in quanto plastica e metallo sono i materiali più utilizzati perchè più a buon mercato e facili da lavorare mentre la ceramica non ha nessuna di queste due caratteristiche quindi non sembra tanto idonea per la produzione di massa, e, dal momento che Samsung conta in un successo del Galaxy S3 paragonabile a quello avuto dall’originale e dal sequel, i costi di produzione saranno una considerazione importante. Samsung ha fatto molto per mantenere l’hardware lontano da occhi indiscreti, quindi a questo punto, tutto è possibile.

Non ci resta che aspettare la presentazione prevista nel corso della prossima estate.