MWC 2012 | Il keynote di Google “Android in ogni tasca del mondo” (video)

Nessuna anteprima o presentazione speciale ha contraddistinto il keynote di Google tenutosi ieri al Mobile World Congress di Barcellona, bensì hanno tenuto banco le semplici parole di Eric Schmidt e di Hugo Barra. L’ex Ceo di Mountain View ed il Product Director di Android hanno intrattenuto il pubblico giornalistico svelando i futuri piani che l’azienda ha intenzione di portare avanti sul progetto Android e sul sempre più accostarcisi di Chrome.

“Chrome e Android sono due dei più significativi investimenti che Google abbia fatto in tutta la sua vita”.

“Non possiamo immaginare il futuro estrapolando il passato. L’esperienza smartphone sarà universale”.

Parole sentite, che sottolineano gli sforzi intrapresi e che intenderà intraprendere Google per allargare la propria esperienza al di là dell’immaginario attuale, con connessioni sempre più veloci e smartphone alla portata di chiunque. Se infatti attualmente il prezzo di uno smartphone Android è da annoverarsi nella fascia di mercato medio-alta l’indomani esso potrà esser acquistato ad un costo quattro volte ridotto, con l’obbiettivo principale di approdare ad una vera e propria rivoluzione, che da qui a 12 anni porti “un device Android in ogni tasca del mondo“.

Già ora, prosegue Schmidt, possiamo notare come le App e gli innumerevoli servizi offerti stanno migliorando sostanzialmente la qualità di vita della classe media, in quanto gli smartphone non sono da considerarsi unicamente oggetto di comunicazione ma veri e propri strumenti di supporto che contribuiscono giorno per giorno a mantenere gli utenti sempre collegati tra di loro, aggiornandoli di volta in volta su tutto ciò che accade nel mondo circostante.

Non è un caso di fatti notare come le maggiori rivoluzioni odierne, gli atti di solidarietà e tutti quei movimenti che riuniscono le persone nel benessere comune derivino proprio dal web. Un web che per quanto necessiti di una connessione dati non ne implica la costrizione, grazie comunque ai molti servizi peer to peer o alle reti mesh, ma sopratutto ora molto più sicuro grazie all’introduzione di Chrome Beta per Android, sul quale l’ex CEO di Google tiene a soffermarsi per smentire le parole dei più scettici.

“Abbiamo progettato Chrome per Android con tre obiettivi in mente. Volevamo costruire, prima di tutto, un browser mobile che fosse davvero veloce, davvero pulito, e davvero, davvero semplice”.

Il browser recentemente rilasciato in altri 20 paesi è comunque solo uno degli ulteriori passi di sviluppo che Google intende donare al mondo Mobile, innumerevoli saranno i servizi offerti nel prossimo futuro. Al MWC 2012 la rivoluzione mobile sembra dunque esser appena iniziata, voi ne farete parte ?

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=YuqiE2lukDM’]