Android 4.0 per Transformer e bug del Transformer Prime, Asus fa chiarezza

Se siete possessori di un Asus Eee Pad Transformer TF101 o avete da poco acquistato l’ultimo nato Transformer Prime di sicuro sarete al corrente delle ultime vicende che attanagliano questi due device riguardo il porting ad Android 4.0 ed i problemi d’utilizzo. Parole in merito se ne sono già sprecate abbastanza, gli utenti non felici dell’attesa hanno più volte mosso pressioni nei confronti della casa produttrice. Proprio per questo, la stessa, ha deciso di emanare un comunicato per far luce sulla questione e sulla “mal interpretazione” di quelli precedentemente rilasciati.

Per prima cosa, al fine di placare gli animi di coloro che dopo l’ingente cifra richiesta per l’acquisto avessero riscontrato problemi di riavvio o altri eventuali bug durante l’utilizzo del Transformer Prime si fanno presenti queste poche righe derivate direttamente da ASUS Italia:

Un rapido post solo per avvisarvi che l’aggiornamento 9.4.2.14 per Transformer Prime è disponibile via FOTA. Nel ringraziarvi per la pazienza ricordiamo che l’update risolve il problema dei riavvii casuali sperimentato da alcuni utenti.

Per le quali non vi è bisogno di ulteriori chiarimenti, bensì vi invitiamo ad aggiornare al più presto il vostro device. Per quanto riguarda invece il l’aggiornamento dell’Eee Pad Transformer TF101 ad Android 4.0 non si è deciso di posticiparlo a marzo come molti rumors avevano fatto presente scatenando l’ira dei possessori, ma bensì:

Tutta questa storia è nata perché il nostro HQ ha indicato come deadline un generico “february/march” che è stato sempre interpretato come “indicativamente fine mese di febbraio”, o a cavallo tra febbraio e marzo. E’ la stessa cosa che ha dichiarato ASUS Singapore. E non cambia di una virgola quanto già affermato in passato. Ovvero sicuramente l’update non arriverà questi giorni. Potrebbe ritardare fino ai primi giorni di marzo e poco di più. Dubitiamo si vada più in là, visto che l’indicazione è sempre “february/march” e non ci sono stati contrordini dall’HQ. Considerate però che è sempre possibile che un update di questa portata venga rinviato di qualche giorno qualora si riscontrassero dei bug da sistemare. Ad esempio l’update 9.4.2.14 di Prime doveva uscire oltre una settimana fa. Ed è arrivato oggi. L’update ad ICS è molto più corposo e impegnativo. Quindi la nostra priorità non è tanto rispettare la data alla perfezione, quanto far uscire un update stabile. Ricordiamo che l’update è completamente gratuito e che quindi ASUS sta lavorando (duramente) per supportare gli utenti che hanno acquistato questo prodotto. Uno sforzo che andrebbe premiato con fiducia e positività, non con critiche se ci sono dei ritardi di qualche giorno.

Parole forse accompagnare da un pizzico di amarezza nei confronti di chi ha diffidato del lavoro di Asus, ma che comunque ben definiscono la vicenda ed assicurano al possessore ultimo un’attesa ripagata. Non ci resta dunque che confidare nel lavoro dei tecnici e rimandare le critiche di un possibile ritardo da qui a qualche settimana a venire.