Samsung

Space Zoom brevettato da Samsung potrebbe debuttare su Galaxy S11

È da poco trapelato in rete un nuovo brevetto Samsung, depositato dalla casa coreana presso l’European Union Intellectual Property Office (EUIPO). Sebbene i dettagli non siano completi, il brevetto dell’azienda fa riferimento ad una tecnologia denominata Space Zoom, la quale potrebbe debuttare con Galaxy S11.

Space Zoom: una nuova tecnologia brevettata da Samsung che potrebbe debuttare su Galaxy S11

Seguendo le specifiche emerse dal brevetto di Samsung, la tecnologia Space Zoom sembra rappresentare una nuova caratteristica che consentirà alla fotocamera, uno zoom esteso attraverso mezzi ottici, ibridi o software, senza causare alcuna perdita di qualità delle fotografie scattate con quest’ultimo.

Nonostante il nuovo brevetto sembra in generale descrivere uno zoom ibrido, non è ancora chiaro se lo stesso possa riferirsi anche a qualche forma di tecnologia per la densità dei pixel, che può compensare la perdita di qualità percepita dovuta allo zooming effettuato con una fotocamera per smartphone.

Tuttavia, la maggior parte dei report emersi su internet, sembra suggerire che Space Zoom di Samsung, permetterà finalmente ai dispositivi della casa, di dotarsi di uno zoom ottico di fascia alta, dalle prestazioni elevate. Questo, a sua volta, potrebbe utilizzare le tecnologie di zoom ottico basate su lenti a periscopio, fin’ora usate da Huawei e OPPO nei loro smartphone.

Samsung

In uno zoom ibrido, un obiettivo con zoom ottico di fascia alta, è solitamente abbinato alla sovrapposizione di immagini, alla fotografia multi-scatto e ad un sensore crop (più piccolo rispetto ai full frame) per offrire un ingrandimento in grado di raggiungere i 50x, come già visto su Huawei P30 Pro.

Utilizzando queste tecniche, l’obiettivo ottico è in grado di creare una risoluzione di base più elevata rispetto ad un obiettivo di fascia inferiore, che in accoppiamento con gli algoritmi del software dedicato alla fotocamera, riesce a riprodurre maggiori dettagli, così da compensare la mancanza di densità di pixel che si verifica quando il sensore crop viene attivato durante lo zoom digitale.

Tali tecniche si sono dimostrate efficaci e, sebbene vi sia un certo grado di perdita di dettagli, la qualità complessiva degli scatti è piuttosto notevole.
Resta da vedere se Samsung introdurrà Space Zoom sui suoi prossimi top di gamma, a partire da Galaxy S11, che dovrebbe essere lanciato all’inizio del 2020.

SOLO PER VERI NERD!
Rimani sempre aggiornato
Ricevi email su argomenti tecnologici di tuo interesse
Invalid email address
riceverai 1 mail alla settimana