Facebook

Facebook Pay: come funziona il nuovo servizio di pagamento digitale

La società di Menlo Park, è entrata formalmente nel settore dei pagamenti digitali, lanciando Facebook Pay negli USA. La piattaforma consentirà adesso di effettuare pagamenti sia sul social che su Messenger, affermando anche che il servizio sarà esteso ad Instagram e WhatsApp in futuro.

Facebook Pay: tutto quello che c’è da sapere

Disponibilità

Attualmente, il servizio è inizialmente disponibile nel paese di lancio, ovvero gli Stati Uniti, a partire da questa settimana in entrambe le app Facebook e Messenger. La società ha però promesso che lo espanderà in più paesi, ciò tuttavia richiederà sicuramente un pò di tempo, prima che il servizio sia disponibile al di fuori dell’America.

Cosa è possibile pagare con Facebook Pay

Inizialmente, Facebook Pay consentirà agli utenti di pagare raccolte di fondi, acquisti in-game, biglietti per eventi, passaggio di denaro fra contatti su Messenger ed acquisti da determinate attività commerciali, disponibili sul Marketplace del social.

Facebook

Qual’ora venga fatto un acquisto relativo ad un abbonamento o ad una funzionalità di un’app, il servizio effettuerà subito l’addebito dal sistema di pagamento, già dall’inizio di ciascun periodo di abbonamento. Per interrompere i pagamenti ricorrenti, sarà necessario annullare la relativa iscrizione.

I metodi di pagamento supportati

Facebook ha dichiarato che il suo servizio di pagamento, supporta tutte le principali carte di credito o debito, nonché anche PayPal. I pagamenti infatti, vengono effettuati in collaborazione con quest’ultima azienda e Stripe, un altro servizio di pagamento digitale.

Facebook

Secondo quanto specificato nei termini di pagamento inoltre, il pagamento diretto tramite SIM rientrerà anch’esso nelle modalità di pagamento disponibili. La società afferma che il suo servizio, è basato su infrastrutture finanziarie e partnership esistenti, essendo separato dal portafoglio Calibra relativo alla discussissima Libra, la criptovaluta proprietaria dell’azienda.

Non saranno inoltre addebitate commissioni agli utenti, relative all’invio e ricezione di denaro attraverso Messenger. In caso di rifiuto di un pagamento, tuttavia, potrebbero essere addebitate commissioni relative a terzi, per spese di storno o fondi insufficienti.

Restrizioni del servizio

Facebook Pay richiede l’età minima di 18 anni per l’invio di denaro ad un altro contatto. Questa metodologia inoltre, non deve e non può essere utilizzata per transazioni commerciali professionali o relative a semplici acquisti. La società ha specificato che il servizio di pagamento verrà sospeso, qual’ora l’utente lo utilizzi per le transazioni sopra indicate.

Quanto è sicuro Facebook Pay?

Nonostante le vicissitudini passate, in termini di sicurezza, Facebook vuole assicurare gli utenti che il suo nuovo servizio di pagamenti è progettato per archiviare e crittografare in modo sicuro i dati finanziari relativi all’utente, come appunto numeri di carte di credito e conti bancari.

Facebook

La società ha affermato che intende utilizzare sistemi di monitoraggio anti-frode e rilevare attività non autorizzate, fornendo notifiche relative all’attività dell’account. Sarà possibile aggiungere metodi di autenticazione per il servizio, come PIN, impronta digitale o autenticazione facciale, precisando che informazioni relative a tali sistemi, non verranno ne ricevute o memorizzate.

Sarà inoltre disponibile un’opzione di live chat, per coloro che hanno domande in merito alle transazioni rese possibili dal servizio. Infine, sarà anche disponibile rivedere la propria cronologia pagamenti attraverso tutte le app che supporteranno Facebook Pay. Gli utenti saranno sempre in grado di visualizzare l’ID della transazione, lo stato ed i dettagli relativi al metodo di pagamento utilizzato per le transazioni.

Non resta quindi che attenderne la diffusione e vederne le potenzialità direttamente in app!

SOLO PER VERI NERD!
Rimani sempre aggiornato
Ricevi email su argomenti tecnologici di tuo interesse
Invalid email address
riceverai 1 mail alla settimana