Come sapere se il cellulare è sotto controllo

Come sapere se il cellulare è sotto controllo | Guida

Oggigiorno l’utilizzo degli smartphone si sta sempre di più ampliando a tutte le sfere del nostro vissuto e il nostro cellulare è ormai diventato la sede principale di tutte le nostre informazioni, oltre che di tutti i nostri interessi e passioni. Occorre dunque una particolare attenzione verso il proprio mobile phone e occorre tenersi informati su come riuscire a capire un eventuale attacco ed eventualmente a gestirlo. Per tale scopo, oggi andremo ad scoprire come sapere se il proprio cellulare è sotto controllo e come proteggersi.

Come è possibile che il proprio telefono sia tenuto sotto controllo?

Esistono, anche nei comuni Store come Google Play, delle applicazioni create appositamente per il monitoraggio del telefono che consentono di avere informazioni su tutto ciò che il cellulare contiene, ricreando una vera e propria spia. Queste applicazioni, definite appunto app spia, non sono utilizzabili o semplici soltanto per hacker professionisti, ma anzi sono tranquillamente scaricabili e utilizzabili da chiunque.

Come sapere se il cellulare è sotto controllo
Cerberus è uno dei servizi più famosi per monitorare gli smartphone Android

Naturalmente è un processo che richiede sempre un passaggio (scaricare l’applicazione stessa o addirittura processi di root o jailbreak) sul dispositivo che si vuole seguire, per cui l’attività di spionaggio nasce sempre da una mancanza di attenzione nei confronti del proprio smartphone che può così capitare in mano di terzi.

Come capire se il proprio cellulare è sotto controllo?

Una volta capito il rischio che si incorre nel lasciare il proprio smartphone incustodito, se avete dei dubbi occorre capire se il vostro dispositivo è vittima di questo tipo di attacco. Come fare? Esistono veri e propri segnali che lo fanno capire chiaramente e ve li mostreremo nel dettaglio.

  • Innanzitutto, quando qualcuno sta spiando le vostre attività, il cellulare risulta sovraccarico e dunque il consumo dei dati risulta essere elevato oltre i limiti del normale (questo si può controllare attraverso la panoramica mensile dell’utilizzo dei dati); certo è che le app spia di alto livello raggirano per bene questo consumo dunque non è un segnale del tutto indicativo di un attacco del genere.
  • Dubbi elevati dovrebbero arrivare se lo schermo del cellulare si illumina o risulta attivo tramite rumori o suoni anomali anche durante lo stand-by: questo è un indice molto importante di attività sospette.
  • Altri imprevisti possono riguardare i riavvii improvvisi, suoni inspiegabili durante le proprie telefonate o messaggi di testo ricevuti alquanto strani: tutti questi segnali infatti sicuramente creano sospetti fondati su eventuali attività in remoto del proprio cellulare.
  • Infine gli ultimi segnali riguardano la batteria del dispositivo, in quanto attività di controllo da parte di terzi causano improvvisi cali delle prestazioni della durata della batteria, eccessivo riscaldamento della stessa anche durante l’attività di standby e rallentamento dell’intero dispositivo soprattutto durante le attività di spegnimento o durante l’utilizzo di più applicazioni contemporaneamente.

Conclusioni

Insomma, ci sono numerose app di spionaggio di cui potrebbe essere vittima il vostro smartphone e se il vostro dispositivo mostra quasi tutti i segnali citati in precedenza forse è il caso di cominciare a proteggerlo e ad informarsi su come gestire eventuale attacchi da parte di hacker professionisti o meno.

SOLO PER VERI NERD!
Rimani sempre aggiornato
Ricevi email su argomenti tecnologici di tuo interesse
Invalid email address
riceverai 1 mail alla settimana