bloccare siti indesiderati

Come bloccare siti indesiderati su Android | Guida

Le nuove generazioni sono portate all’utilizzo di dispositivi tecnologici. Non è inusuale infatti trovare sempre più spesso bambini, di tutte le età, alle prese con smartphone e tablet per giocare, navigare su internet e addirittura fare i compiti per casa. Eppure, nel momento in cui si consegna un dispositivo mobile ad un bambino si ha sempre il timore che questo possa accedere a pagine con contenuti per lui inappropriati. A tal proposito bloccare siti indesiderati su Android si rivela un’utile soluzione.

Ebbene si può tranquillamente inibire l’accesso a certe pagine o siti web indesiderati, seguendo alcuni semplici passaggi. In questa breve guida cerchiamo di spiegare, step by step, come bloccare siti indesiderati sui dispositivi Android.

Come bloccare siti indesiderati su Android con Norton Family Parental Control

Norton Family Parental Control è un’app gratuita scaricabile da Play Store, direttamente dal dispositivo dal quale si intende applicare le restrizioni e funziona con due broswer: Google Chrome e Norton. Proprio in relazione a ciò è fondamentale disinstallare tutti gli altri broswer presenti sul dispositivo.

bloccare siti indesiderati

Esiste anche la versione Premium di cui si può usufruire gratuitamente per i primi trenta giorni, allo scadere dei quali le varie funzioni verranno disattivate ad esclusione di quelle di blocco dei siti indesiderati che operano anche in modalità gratuita. Ma vediamo concretamente cosa bisogna fare per procedere al blocco dei siti.

  • Una volta scaricata l’app sul dispositivo Android da Play Store occorre creare un account Norton con il proprio indirizzo di posta elettronica e una password;
  • Fatto ciò bisogna aggiungere il bambino digitando il suo nome e il livello di restrizione in base all’età;
  • Alla fine occorre consentire le richieste di autorizzazione individuali per avviare il monitoraggio del dispositivo da parte di Norton Family;
  • Per impedite che il bambino disattivi i blocchi è necessario trovare Amministratore dispositivo e cliccare su Attiva.

Come bloccare siti indesiderati su Android con Qustodio

Qustodio consente una configurazione rapida e una supervisione automatica.
Un’applicazione decisamente completa che permette di usufruire di una serie di sevizi, tra cui:

  • il blocco di contenuti inappropriati anche quando si naviga nella modalità privata;
  • il controllo di giochi e app;
  • il monitoraggio del tempo passato davanti al dispositivo e di quello passato sui social;
  • il monitoraggio delle chiamate e la lettura degli sms ricevuti;
  • il controllo della posizione precisa in cui si trova il dispositivo.

bloccare siti indesiderati

L’unica pecca è che per usufruire dei servizi offerti da questa app si richiede la sottoscrizione di un abbonamento premium con prezzi a partire da 42,95 auro all’anno.

Come bloccare siti indesiderati su Android con Hosts Editor

Se il dispositivo che andrà ad utilizzare tuo figlio è invece dotato dei permessi root allora un’ottima app è Hosts Editor che consentendo la modifica dei file host può limitare l’accesso a specifici url.

  • Scaricata l’app direttamente da Play Store, basterà aprirla e cliccare sul pulsante + inserendo nel campo di testo IP Adress 127.0.0.1 mentre in quello chiamato Hostname occorrerà digitare l’url del sito che si vuole bloccare.bloccare siti indesiderati
  • A questo punto non rimane che concedere i permessi di root cliccando su Concedi.