Samsung

Samsung: una nuova tecnologia renderà indipendente l’IA sui dispositivi

Samsung ha da poco annunciato e svelato una nuova tecnologia NPU finalizzata a migliorare la velocità dell’intelligenza artificiale sugli smartphone, aumentando anche l’efficienza dal punto di vista energetico.

Samsung: IA indipendente sui dispositivi grazie all’aumento delle prestazioni e dell’efficienza energetica

La nuova tecnologia di Samsung, offre una nuova funzione chiamata Quantization Interval Learning (QIL), che conserva l’accuratezza dei dati, riorganizzandoli in bit più piccoli delle loro dimensioni attuali. Ciò significa che le reti neurali a 4 bit, possono essere create mantenendo la precisione di una rete a 32 bit.

In parole povere, come affermato da Samsung, la nuova tecnologia potrà ridurre i costi di costruzione per i cloud destinati alle operazioni di intelligenza artificiale, poiché in grado di funzionare da soli fornendo prestazioni rapide e stabili. L’IA del dispositivo potrà anche salvare informazioni biometriche quali impronte digitali, diaframma e scansioni del viso direttamente sullo smartphone.

Samsung

Sempre secondo la casa, la nuova tecnologia permetterà di aumentare la velocità di ben 8 volte rispetto agli standard attuali, riducendo al tempo stesso il numero dei transistor. Inoltre, come accennato prima, la nuova tecnologia per l’IA sui dispositivi, permetterà di calcolare gran quantità di dati senza consumare eccessiva energia.

L’Exynos 9820 di Samsung per esempio, è dotato di una NPU proprietaria che gli consente di eseguire calcoli di intelligenza artificiale indipendenti, senza la necessità di collegarsi tramite internet ad un cloud. La casa sudcoreana afferma che prevede di estendere l’algoritmo IA non solo ai SoC, ma anche alla memoria e ai sensori.

Chang-Kyu Choi, vicepresidente e responsabile del Computer Vision Lab di SAIT, ha dichiarato:

“Questo farà si che in futuro, tutti i dispositivi e le tecnologie basate su sensori, saranno dotate di IA. Le soluzioni di Samsung, che aumentano l’efficienza energetica, permetteranno di spianare la strada a questo tipo di futuro.”