Chat

“Chat”: l’evoluzione dei messaggi che verrà introdotta su Android P

La nuova versione del robottino verde, vale a dire Android P, introdurrà un’innovativa funzione di messaggistica tramite la nuova tecnologia “Chat”, che essenzialmente è un nuovo tentativo da parte di Google per potenziare e rendere più piacevole l’esperienza per i messaggi su Android.

Chat sfrutterà il servizio RCS, offrendo tutte le funzionalità delle principali app di messaggistica

Chat rappresenta fondamentalmente il culmine di tutto il lavoro svolto da Google con RCS (Rich Communication Services), ovvero il servizio successore dei classici SMS. Nonostante però alcune app, servizi ed operatori telefonici supportano già il servizio RCS, quest’ultimo non ha ancora raggiunto un roll out completo verso tutta l’utenza.

Le cose probabilmente cambieranno con “Chat”, che secondo un rapporto della testata The Verge, sarà direttamente integrato con Android Messages su Android P (in teoria previsto per quest’anno, nonostante manchi ancora una conferma esatta sulla tempistica) e si attiverà in maniera automatica per tutti gli utilizzatori di Messaggi Android.

Secondo i rumors, “Chat” dovrebbe essere disponibile per la maggior parte dell’utenza nel prossimo futuro, in base anche a quando gli operatori decideranno di implementare ed abilitare il servizio.

Chat

 

Riguardo le caratteristiche, “Chat” offrirà tutto quello che attualmente è possibile trovare nelle principali app di messaggistica di rete, come WhatsApp, Telegram e Messenger, vale a dire le spunte per gli avvisi di avvenuta lettura, immagini e video ad alta risoluzione insieme ad altri elementi come la conversazione in gruppo e indicatori di battitura, con la sola differenza che i messaggi inviati, non godranno della sicurezza crittografica.

Bisogna inoltre ricordare che, se casomai un utente che gode già del servizio, invii un messaggio RCS ad un utente che non l’ha ancora attivo, quest’ultimo si tramuterà in un normale SMS. Lo stesso vale per gli utilizzatori di iMessage (il servizio di messaggistica della mela morsicata), poiché quest’ultimo non supporta il servizio RCS.

Anche l’assistente Google dovrebbe essere integrato con “Chat”, sfruttando le sue capacità native di ricerca da utilizzare per GIF e quant’altro. Google ha anche lavorato con produttori come Samsung, che notoriamente utilizzano un’interfaccia personalizzata con app predefinite anche per la messaggistica, al fine di estendere il supporto anche ad essi.

Come accennato in precedenza, non è ancora stata definita una data di lancio precisa, che probabilmente verrà annunciata all’imminente Google I\O 2018. Non resta che aspettare, per capire anche come si evolverà la situazione con gli operatori Italiani.