Caricare la batteria

Come caricare la batteria senza danneggiarla

È risaputo che la batteria è una delle componenti più delicate dei nostri device, invero basta davvero poco per comprometterne il funzionamento; è proprio per tale motivo che abbiamo deciso di elencarvi tutti gli errori da evitare per caricare la batteria correttamente e fare in modo che non si rovini.

Caricare la batteria: ecco cosa non dovete fare!

Scaricare completamente la batteria

La sua percentuale non deve arrivare al di sotto del 15/20%, infatti il terminale va subito ricaricato una volta eguagliata questa soglia; un importante studio ha constatato che così si riescono ad ottenere ben 1000-2500 cicli di vita della pila stessa rispetto ai 300-500 raggiungibili con lo scaricamento totale.

Caricare la batteria
Non deve mai succedere!

Utilizzare un caricabatterie qualsiasi

Dite no ai caricatori tarocchi o a quelli che non presentano i medesimi dati (amperaggio, voltaggio, ecc..) riportati sul caricabatterie originale trovato all’interno della confezione di vendita del vostro smartphone/tablet.

Caricare la batteria
Attenzione a quale caricatore scegliete

Usare il dispositivo durante la ricarica

Dovete cercare di non adoperare il device mentre è attaccato alla presa della corrente, altrimenti potreste causare un surriscaldamento eccessivo che può danneggiare la batteria; a tal proposito, non va nemmeno messo vicino a fonti di calore o sotto la luce diretta del Sole.

Caricare la batteria
Mi raccomando, lasciate caricare la batteria in pace

Caricare oltre il necessario

Contrariamente a quanto si possa pensare, continuare a fornire carica nonostante la batteria abbia già raggiunto il 100% è sia inutile sia pericoloso; inoltre, vi consigliamo di mantenere sempre una percentuale che va dal 20% all’80% e di spegnere il terminale durante la notte (o perlomeno attivare la “modalità aereo”).

Caricare la batteria
Questo non accade neppure se ricaricate per 2 giorni di fila

Ricaricare con il PC

Infine, per caricare la batteria, non dovete collegare il vostro smartphone/tablet al PC. Perché? La risposta è semplice: non solo ci vuole più tempo, ma avviene pure un innalzamento notevole della temperatura che, come abbiamo spiegato un paio di paragrafi fa, rischia di nuocere alla salute della pila.

SOLO PER VERI NERD!
Rimani sempre aggiornato
Ricevi email su argomenti tecnologici di tuo interesse
Invalid email address
riceverai 1 mail alla settimana