Come velocizzare Android

Come velocizzare Android: ecco 6 utili consigli

Hai notato che il tuo smartphone/tablet è diventato troppo lento? Lo lanceresti volentieri dalla finestra ma non hai voglia di spendere soldi per acquistarne un altro? Prima di disperarti prova a seguire questi consigli su come velocizzare Android senza bisogno di root, flash di pacchetti esterni, installazione di strani strumenti o addirittura modifiche ai file di sistema. Ma bando alle ciance e scopriamoli insieme!

Come velocizzare Android in 6 semplici mosse

  1. Eliminare bloatware e cancellare le app che consumano troppo
  2. Installare un’applicazione per la pulizia
  3. Evitare i Task Manager e gli Speed Booster
  4. Preferire l’archiviazione Cloud
  5. Non spostare le applicazioni sulla memoria esterna
  6. Utilizzare un launcher leggero

Eliminare bloatware e cancellare le app che consumano troppo

Il primo suggerimento che vogliamo darti è di lasciare sul tuo dispositivo solo le applicazioni a cui non puoi davvero rinunciare e di eliminare ovviamente quelle non utilizzi e/o apri di rado. Stesso discorso per le app pre-installate al momento dell’acquisto: fai subito fuori le superflue e, qualora non ti sia permesso, disinstallane gli aggiornamenti per poi disattivarle; nel caso ti infastidisca che siano comunque presenti, ti consigliamo di sfruttare le funzionalità di programmi tipo Titanium Backup.

Uno dei modi più semplici ed efficaci per identificare e cancellare le app che vanno a gravare maggiormente sull’utilizzo di processore, RAM e batteria, è quello di utilizzare un’app come System Monitor Lite, pensata per monitorare il sistema in tempo reale e scoprire quali applicazioni sono più avide di RAM e/o tengono impegnato maggiormente il processore.

System Monitor Lite
Price: Free

Per utilizzarla, basta tappare sull’icona ad hamburger collocata in alto a sinistra, seleziona la voce “Top app” dalla barra laterale, dopodiché pigia sulla voce RAM o sulla voce CPU per ordinare le applicazioni in base al loro consumo di RAM o processore. Se fra le app più “pesanti” ce ne sono alcune di cui non hai bisogno, selezionale dall’elenco e rimuovile dal tuo smartphone/tablet pigiando prima sul bottone “Disinstalla” e successivamente conferma premendo su “OK

Come velocizzare Android
Non c’è niente di più bello di un app drawer semivuoto

Installare un’applicazione per la pulizia

Ti sveliamo sveliamo quella di cui ci serviamo noi, ovvero CCleaner: esatto, è la stessa che probabilmente possiedi sul tuo PC ed è per questa ragione che la riteniamo affidabile, completa e valida; infatti, con 2 click sarai in grado di cancellare cache, miniature, file inutili, registri e tanto altro.

Inoltre, essa offre anche un manager avanzato per le app ed una sezione che mostra le info principali del tuo device. Grazie a CCleaner è veramente possibile velocizzare Android, dunque che aspetti a scaricarlo?

Come velocizzare Android
Come velocizzare Android grazie a CCleaner

Evitare i Task Manager e gli Speed Booster

Ti spieghiamo brevemente il perché: il sistema operativo del robottino verde è strutturato in modo tale da mantenere sempre attivi in background alcuni processi, pertanto nonostante provvediate a forzarne la chiusura attraverso i Task Manager o gli Speed Booster, essi tenderanno lo stesso ad avviarsi automaticamente; in aggiunta, ciò causerà pure un maggior consumo della batteria.

Come velocizzare Android
Non lasciatevi ingannare dai Task Manager e dagli Speed Booster!

Preferire l’archiviazione Cloud

Fotografie? Video? Audio? Cancellali, oppure se intendi continuare a possederli spostali dallo smartphone/tablet su una pendrive, su servizi di archiviazione Cloud, su un hard disk o direttamente sul computer, invero è controproducente intasare la memoria interna. Un altro accorgimento riguarda il desktop del tuo terminale: evita Widget e troppe icone di app, cercando quindi di mantenere la schermata pulita.

Come velocizzare Android
Ok, forse ho esagerato un pochino

Non spostare le applicazioni sulla memoria esterna

Ulteriore raccomandazione su come velocizzare Android è non trasferire le app sulla microSD visto che solo una parte dei dati verrà trasportata, difatti un residuo tenderà a rimanere nella ROM costringendo così un device a dover attingere dalle 2 memorie per far funzionare un determinato programma, comportando di conseguenza un peggioramento delle prestazioni.

Dunque, gli unici elementi che suggeriamo di conservare sulla scheda SD (si consiglia comunque di comperarne una di buona marca e classe elevata) sono i file multimediali; naturalmente tale avvertenza vale per quei dispositivi dotati già di per sé di un buon storage interno.

Come velocizzare Android
Le microSD sono davvero così utili?

Utilizzare un Launcher leggero

Ultimo ma non per questo meno importante tra i consigli efficaci per velocizzare Android è quello di utilizzare un launcher alternativo rispetto a quello presente di default sul tuo device. Questo poiché purtroppo molti produttori utilizzano dei launcher proprietari particolarmente pesanti che rallentano inutilmente il funzionamento del sistema.

Fortunatamente, per “sbarazzarsi” del launcher stock basta aprire il Play Store e scaricare uno dei tanti launcher alternativi capaci di “alleggerire” la schermata principale e velocizzare lo smartphone. Tra i più validi, a seguito un breve elenco di quelli disponibili sul Play Store:

  • Nova Launcher: letteralmente il migliore launcher Android in assoluto. Personalizzabile nei minimi dettagli e non pesa molto su RAM e CPU, garantendo animazioni fluide anche sui terminali più datati.
    Nova Launcher
    Price: Free
  • Avvio Applicazioni Now: il launcher ufficiale di Google con il supporto a Google Now, valida alternativa a quelli personalizzati di Samsung e non solo.

Conclusioni

Ci teniamo a precisare che quanto trascritto deriva da sperimentazioni relative al nostro utilizzo, in più l’unica cosa di cui siamo pienamente convinti al momento è che, attenendoci ai 5 punti riportati sopra, non ho abbiamo avuto alcun problema sui nostri smartphone.

Abbiamo visto come velocizzare Android ma non garantiamo che ciò valga anche per te se possiedi un device ormai antiquato; in questo caso ti proponiamo di praticare del modding avanzato o, nel peggiore dei casi, di spendere qualche soldino per regalarti un nuovo terminale (a tal proposito, date un’occhiata ai migliori smartphone in questo articolo).

SOLO PER VERI NERD!
Rimani sempre aggiornato
Ricevi email su argomenti tecnologici di tuo interesse
Invalid email address
riceverai 1 mail alla settimana