Guida Android | Come cambiare lo sfondo su launcher e lockscreen

La libertà di utilizzo notoriamente attribuita ad Android rappresenta uno dei molteplici punti a favore dell’OS che, pur partendo da una base comune standardizzata dal produttore del device di riferimento, può mutare assumendo contorni del tutto unici e tipici del singolo utente permettendo così al dispositivo di cambiare aspetto, anche più volte nell’arco del tempo, conformandosi allo stile preferito in quel determinato momento il tutto sapendo come cambiare lo sfondo.

Quella della modifica del wallpaper su Android rappresenta una delle azioni basilari, spesso attuabili in modo del tutto intuitivo, che però variano in base al modello e quindi all’interfaccia presente oltre che il launcher, specialmente se attingerete ad uno dei vari alternativi presenti sul Google Play Store, inducendo i meno esperti a cercare di capire come cambiare lo sfondo su questi vari elementi, una pratica semplice con la quale potrete prendere confidenza soltanto con la pratica

Cambiare lo sfondo:

Prima di procedere è opportuno rassicurare sulla metodica che rappresenta una delle opzioni di gestione e personalizzazioni di Android più comuni, la modifica dello sfondo pur se continuativa non rallenta il sistema né richiede particolari requisti in termini d’immagini che saranno, tramite il processo, adattate in base alla dimensione per le schermate del vostro dispositivo. Non bisogna quindi porsi alcun tipo di timore nel cambio che può anche esaltare, in base al tipo di display posseduto, l’estetica e la presentazione del vostro device spesso apparendo come un modello totalmente nuovo in pochi passi.

Procedura standard:

Una volta ottenuti gli sfondi da testare sul proprio dispositivo, magari attingendo alla vasta raccolta messa a disposizione a quest articolo, potrete eseguire il processo tramite due metodologie di approccio basato sulla scelta apposita dello sfondo oppure la selezione tra i vari offerti dal launcher di utilizzo, che sia di sistema oppure alternativo. Nel primo caso recatevi alla Galleria, presente su ogni dispositivo all’interno dell’app drawer selezionando lo sfondo apposito e cliccando sulle “Impostazioni“, accessibili sia tramite tasto fisico da device che con l’icona dedicata la cui posizione varierà in base all’interfaccia, orientandovi all’opzione “Imposta sfondo come” che vi consentirà di poter scegliere dove poterlo settare tra i vari servizi presenti sul vostro smartphone o tablet.

Come cambiare lo sfondo diventa invece più semplice, e rapido, sfruttando le apposite opzioni del launcher di sistema oppure alternativo, il tutto effettuando una pressione prolungata su di uno spazio libero di una qualsiasi schermata, a questo punto in base al tipo di launcher dovrete selezione la voce relativa a “Sfondi/Wallpapers” avendo accesso a molteplici opzioni tra le quali la selezione degli sfondi da Galleria, oppure tra i pre-impostati del device, oltre a vari servizi come cloud storage oppure applicazioni dedicate.

Una volta selezionato lo sfondo, in entrambe le occasioni, dovrete regolarlo scegliendo dimensione e posizionamento prima di poterlo visionare effettivamente all’accensione del dispositivo, discorso valido anche per il cambio di sfondo su lockscreen, che avviene in modo contemporaneo oppure indicato da una specifica opzione dedicata al momento della selezione, oltre che per tutte le applicazioni abilitate a questo grado di personalizzazione che visionerete disponibili tramite l’azione diretta da schermata.

SOLO PER VERI NERD!
Rimani sempre aggiornato
Ricevi email su argomenti tecnologici di tuo interesse
Invalid email address
riceverai 1 mail alla settimana