Samsung

Samsung brevetta uno scanner d’impronte funzionante su tutto lo schermo

All’inizio di questa settimana, una notizia trapelata ha riportato una richiesta di brevetto da parte di Samsung, riguardo un’inedita tecnologia per un sensore d’impronte digitali ottico a schermo intero, suggerendo anche che la caratteristica potrebbe vedere luce per la prima volta sull’atteso Galaxy S10.

Samsung: la corsa al futuro non si ferma, ecco il brevetto per uno scanner d’impronte che funziona su tutta la superficie del display

Un altro brevetto richiesto da Samsung e pubblicato lo steso giorno tuttavia, rende noto che l’azienda sta attualmente lavorando per l’impiego di questa inedita caratteristica. Il primo brevetto, mostrava un’implementazione dello scanner per le impronte sullo schermo, in maniera del tutto analoga a quanto già visto su altri smartphone, dove però soltanto una parte dello schermo poteva essere utilizzata per la lettura delle impronte digitali.

Il secondo brevetto di Samsung invece, descrive uno schema per uno scanner d’impronte più avanzato, in grado di utilizzare l’intera superficie dello schermo assieme ad un processore indipendente a basso consumo energetico. Il processore aumenta la luminosità dello schermo, non appena viene rilevato il contatto con le dita alla richiesta di una scansione, analizzando l’impronta tre volte per garantire la qualità dei dati acquisiti.

Samsung

Il nuovo sensore di Samsung, garantirà più precisione e più facilità d’uso, permettendo anche una velocità superiore rispetto alle tecnologie attualmente in uso. La sua versatilità inoltre, ne consentirà l’integrazione anche su futuri dispositivi pieghevoli.

Dal punto di vista del design, il brevetto di Samsung mostra due formati. Il primo illustra uno smartphone tradizionale, dotato di cornici spesse che lo fanno somigliare a dispositivi della casa di alcuni anni fa. Il secondo invece, fornisce inaspettatamente un’immagine di uno smartphone con notch sullo schermo simile ad Essential Phone e Huawei Mate 20.

Nonostante Samsung potrebbe sorprendere il pubblico, implementando una tacca su un suo prossimo smartphone, gli sforzi che l’azienda sta affrontando per evitare ciò suggeriscono che è improbabile che accada. La società infatti, sta attualmente concentrando il proprio lavoro su tecnologie futuristiche, che nel tempo consentiranno anche l’eliminazione del frame, oltre che delle cornici e dei tanto discussi notch.