Google Voice Access

Google Voice Access: controllate interamente lo smartphone con la voce

Dopo due anni di sviluppo, la casa di Mountain View ha finalmente da poco introdotto la sua nuova app Google Voice Access nel Play Store, il cui download è disponibile al livello globale. L’app è progettata per permettere il controllo totale dello smartphone tramite la propria voce, tenendo le mani libere.

Google Voice Access: ecco cosa permette di fare l’app tramite i comandi vocali

Google Voice Access è per ora disponibile soltanto in lingua inglese, anche se il supporto ad altre lingue sarà garantito in futuro. Una delle caratteristiche principali dell’app, è la possibilità di scorrere e navigare fra le varie schermate usando soltanto comandi vocali. Big G fa notare che la sua app, fornisce controlli vocali più precisi rispetto ad altri comandi vocali già implementati nel dispositivo.

Google Voice Access

Google Voice Access permette ad esempio di utilizzare tramite la voce, i pulsanti posti all’interno delle app, che chiaramente non è possibile utilizzare tramite i comandi vocali classici dell’assistente. Ciò si rivela qualcosa di molto utile, nel caso in cui sia necessario utilizzare lo smartphone avendo le mani già occupate.

Nello specifico, gli utenti Android, saranno in grado di navigare fra le app, nonché comporre o modificare testi senza l’utilizzo delle mani. Per fare ciò, basterà utilizzare il classico “Ok Google” o pronunciare “apri” per avviare un’applicazione. Google Voice Access supporta inoltre comando come “cancella una riga” o “annulla”, consentendo di riscrivere parole, frasi o annullare una possibile azione avviata per sbaglio. Quando si avrà finito, basterà semplicemente pronunciare “smetti di ascoltare”.

Google Voice Access

Google Voice Access ha l’enorme potenziale di aiutare anche persone affette da patologie, che non permettono i normali movimenti o sufficiente autonomia per utilizzare uno smartphone.

L’app supporta numerosi altri comandi vocali, tutti specificati nella pagina di supporto dell’app, che è già attualmente disponibile per tutti gli utenti Android, mentre Google non ha fatto alcun cenno, riguardo la possibile futura disponibilità per iOS