Instagram: nuova verifica in due passaggi via smartphone in arrivo | Anteprima

La popolarità di Instagram, come noto oramai ai più, è divenuta celermente un campanello d’allarme in tema sicurezza e privacy spingendo alla ricerca di nuove soluzioni di accesso e login per evitare il furto dati come la nuova verifica in due passaggi.

Instagram e la nuova verifica in due passaggi: di cosa si tratta

Nel recente passato gli sviluppatori del social network avevano già fornito la possibilità di tutelarsi tramite un meccanismo di verifica in due passaggi via SMS, molto simile al sistema adottato da Google per gli account Gmail.


↓ Scopri di più ↓

Come funziona la verifica in due passaggi Gmail


Nonostante gli sforzi compiuti però, e ve ne avevamo parlato già lo scorso anno, il mix di tecniche di social engineering ed il porting SIM hanno permesso agli hacker di poter accedere a centinaia di account, grazie al furto di codici, creando un vero allarme sicurezza.

Meccanismo di verifica in due passaggi via SMS su Instagram
Meccanismo di verifica in due passaggi via SMS su Instagram

Ecco i motivi dietro l’arrivo di un nuovo meccanismo di login Instagram che, seppur basato sull’accesso in due step, stavolta non sfrutterà SMS bensì codici OTP facendo leva sul supporto dei meccanismi Google.

Verifica in due passaggi via OTP: come dovrebbe funzionare

L’idea, emersa dall’analisi del codice dell’ultima versione dell’app Instagram, funzionerebbe associando l’account Instagram ad uno smartphone sul quale sono installati Google Authenticator o Duo.

Una volta inseriti Username e password verrà inviato un codice univoco, OTP, sul dispositivo associato all’account per la verifica delle credenziali: in caso di impossibilità di accedere allo smartphone, non sarà possibile accedere all’account.

Una scelta, quest’ultima, confermata anche ad un’intervista da alcuni delegati del social network confermando come l’ipotesi sia ben più che al vaglio del team di sviluppo e pronta ad esser fornita su larga scala con uno dei prossimi aggiornamenti in modo da controllare il fenomeno di furto delle identità digitali anche su Instagram.

 Fonte: TechCrunch