Pixel

Google potrebbe lanciare un Pixel mid-range con Snapdragon 710 | RUMOR

Pare che Google abbia intenzione di aggiungere nuovi smartphone di fascia media, alla sua famiglia di Pixel. Basandosi su alcune indiscrezioni circolate ad inizio anno sui suddetti dispositivi, un tweet dell’insider Roland Quandt, ci da una piccola idea di cosa potremmo aspettarci per il prossimo anno, dove l’azienda avrebbe intenzione di lanciare il nuovo dispositivo sul mercato.

Google sarebbe già al lavoro sul nuovo Pixel di fascia media

Secondo Quandt, il quale avrebbe molte fonti attendibili, Google starebbe lavorando ad un Pixel con processore Qualcomm Snapdragon 710. Il dispositivo dovrebbe essere rilasciato verso la seconda metà del prossimo anno, con l’aziende che avrebbe appena iniziato i lavori.

Le affermazioni dell’insider potrebbero rivelarsi corrette, poiché nonostante quest’ultimo si limiti a riportare che il dispositivo a cui Google sta lavorando è “mobile”, è altamente improbabile che si tratti di un tablet, poiché l’azienda stessa ne ha chiuso la sezione dal sito dedicato ad Android.

Pixel

L’ipotetico Pixel in questione quindi, potrebbe benissimo trattarsi della seconda generazione di smartphone di fascia media, mentre secondo i rumor, la prima generazione potrebbe arrivare nei mesi di luglio o agosto di quest’anno.

L’attuale progetto del Pixel in fase di sviluppo, è però tutt’ora cosa ancora da divenire, qual’ora infatti la voce risultasse azzeccata, il progetto potrebbe benissimo cambiare nelle specifiche.

Pixel

Il processore Qualcomm Snapdragon 710, ipotizzato per essere utilizzato sul dispositivo, è un’unità destinata alla fascia media premium, con possibilità di offrire alte prestazioni assieme ad un ricco set di funzionalità, per gli smartphone venduti nella fascia di prezzo che va dai 350 ai 450 euro. Lo Xiaomi Mi 8 SE è il primo smartphone lanciato con tale processore.

Rispetto al predecessore, rappresentato dallo Snapdragon 660, il nuovo 710 apporta significativi miglioramenti alle prestazioni, uniti ad una riduzione del 30% del consumo energetico, con conseguente aumento dell’efficienza generale. Include inoltre il supporto all’apprendimento automatico avanzato, assieme ad altre funzionalità di intelligenza artificiale.

Con l’intenzione di Google di introdurre una fascia media alla sua famiglia di Pixel, potrebbe espandere ulteriormente l’utenza, oltre a rendere naturalmente più accessibile un dispositivo a marchio Mountain View. Non resta che aspettare per vedere cosa ne verrà fuori.