Xiaomi Mi Band 3: prime immagini e sintesi funzionalità

Il recente evento di Black Shark non ha mancato di portare l’attenzione su di un altro prodotto, di lungo corso, alla base del successo di Xiaomi qual’è la Xiaomi Mi Band 3 sulla quale proviamo a fare una piccola sintesi della situazione.

Xiaomi Mi Band 3 sul polso di Lei Jun: indizi prima dell’evento del 25 Aprile?

Non sono stati in pochi gli addetti ai lavori capace di notare il particolare dispositivo indossato dal CEO Xiaomi alla presentazione Black Shark, un dettaglio non indifferente vista la tendenza di Lei Jun di testare personalmente i dispositivi dell’azienda prima di qualsiasi presentazione.

Xiaomi Mi Band 3 Black Shark
Xiaomi Mi Band 3 al polso del CEO Xiaomi all’evento Black Shark

Pur in assenza di eventuali brand o chiari riferimenti non sarebbe difficile associare il dispositivo alla possibile Xiaomi Mi Band 3 in ragion delle ben evidenti somiglianze estetiche con la Mi Band 2 di precedente generazione che, come visto in precedenza, venne svelata accidentalmente ed in modo analogo proprio da Lei Jun ad un altro evento di presentazione.

Se ciò non bastasse, il form factor del bracciale coincide perfettamente con le prime indiscrezioni emerse nel corso delle ultime settimane fornendo un ulteriore conferma sulla possibilità si sia trattato effettivamente del prototipo in fase di test prima della presentazione ufficiale.

Più funzioni, maggiore superficie display e tanto altro: le novità emerse ad oggi sulla Xiaomi Mi Band 3

Il nuovo activity tracker Xiaomi, che ricordiamo sarà svelato quasi certamente in un evento dedicato del 25 Aprile, oltre che riprendere la storia e la tradizione Mi Band pare puntare su maggiori funzionalità.

Il display, come confermato dal prototipo indossato del CEO, sembra confermare la presenza di una superficie schermo maggiore rispetto al passato in modo da garantire un maggior e semplificato utilizzo delle gestures per il contapassi, la funzione di conteggio del battito cardiaco e più app integrate divenendo un vero e proprio assistente digitale da polso.

Non sono ancora emersi, pur avvicinandosi all’evento Xiaomi designato, ulteriori dettagli tecnici eppure ciò che appare chiaro ad oggi sembra la sicura affidabilità e la maggior potenza di calcolo hardware adibita al dispositivo per far breccia ulteriormente nel mercato degli indossabili confermando la quota conquistata dal brand cinese.

Fonte: Gizmondochina