Samsung

Samsung e Google sono interessate all’acquisizione di Nokia Health

Nonostante Nokia abbia rafforzato la propria divisione Nokia Health, dedicata ai dispositivi per la cura personale, la società ritiene che che quest’ultima stia andando in perdita. Una notizia recentemente trapelata, afferma che l’azienda finlandese non vede un futuro percorso per la sua attività nel settore dei gadget per la salute personale, che secondo recenti report, adesso avrebbe intenzione di vendere, con Samsung e Google potenzialmente interessate all’acquisto.

Nokia Health: Google e Samsung figurano tra le quattro aziende interessate all’acquisto

Secondo quanto riportato dalla testata Le Monde, tra le principali quattro aziende interessate all’acquisto, figurerebbero Google ed anche la coreana Samsung. Nokia aveva acquisito Whitings per 192 milioni di dollari, ma sembra che questa azione finanziaria rappresenterà una perdita per l’azienda, poiché l’eventuale acquirente della divisione Nokia Health, spenderebbe meno di quello che Nokia ha versato nel 2016, per l’acquisizione.

Samsung e Google rappresentano tutt’ora le candidate ideali per l’acquisizione di Nokia Health, in quanto già in possesso della necessaria esperienza, know-how e di un catalogo di prodotti della medesima tipologia. Big G in particolare, è molto coinvolta nel settore della “salute digitale”, con il suo sito dedicato alla vendita di una gamma di smartwatch e fitness-tracking band.

Samsung

Google potrebbe ulteriormente espandere la sua linea di dispositivi dotati di Wear OS, che pone al centro il monitoraggio della salute, insieme al servizio Google Fit, anche se raramente aggiornato. Con l’acquisizione di Nokia Healt, la cui offerta è caratterizzata da smartwatch di semplice concezione ed altri gadget dall’interessante utilità come Nokia Sleep, l’azienda di Mountain View potrebbe dotarsi di un ulteriore varietà di dispositivi, da aggiungere alla sua gamma.

Nessuna parola arriva ancora però da Nokia, riguardo un possibile accordo di vendita di Nokia Health. Non resta che attendere dichiarazioni ufficiali, per sapere chi sarà l’acquirente finale.