Gmail spam posta inviata

Gmail e spam nella posta inviata? Google invita a non allarmarsi

Com’è risaputo, il filtro antispam Gmail è uno dei migliori servizi per evitare di imbattersi nella moltitudine di messaggi indesiderati che da sempre attanagliano gli utenti del web. Caso vuole, però, che nelle scorse ore diversi utenti abbiano notato qualcosa di strano all’interno della propria casella di posta del noto servizio Google, con la comparsa di annunci pubblicitari all’interno della posta inviata dal proprio account. Cosa è accaduto? Facciamo un po’ di chiarezza.

Utenti Gmail vittime di spam? Non è come sembra

Come osservato dalle diverse segnalazioni inviate sul Forum di assistenza Gmail, i messaggi in oggetto sembrano essere stati inviati dal proprio account (caratteristica riscontrabile dalla comparsa della propria mail come mittente).

La nota testata Mashable ha inoltre riportato che tale problematica è stata riscontrata anche in presenza di precauzioni quali la recente sostituzione della password e l’autenticazione a due fattori.

Un aspetto comune ai messaggi incriminati è relativo al fatto che gli spammer utilizzano intestazioni di e-mail contraffatte per farle comparire come provenienti dagli utenti per mezzo di una società di telecomunicazioni canadese che prende il nome di Telus. Ciò in maniera tale da consentire ai messaggi di superare i filtri antispam (poiché i messaggi sembrano provenire dallo stesso utente, Gmail li archivia nella cartella della Posta inviata come se fossero legittimi).

Gmail spam
Annunci pubblicitari e tentativi di phishing: è sempre bene fare attenzione alle mail spam!

Escludendo un suo coinvolgimento, i portavoce di Telus hanno rilasciato un commento: “Abbiamo identificato le mail di spam che sono camuffate per apparire come provenienti da http://telus.com. Siamo a conoscenza del problema e possiamo confermare che i messaggi non sono generati da Telus, né vengono inviati dal nostro server. Stiamo collaborando con i nostri fornitori di terze parti per risolvere il problema e consigliamo ai nostri clienti di non rispondere a eventuali mail sospette”.

Google sta già lavorando per risolvere il problema

Per quanto concerne Google, invece, qualche ora fa una community manager ha postato sull’Help Center un commento: “Siamo a conoscenza di una campagna di spam che ha impatto su un piccolo gruppo di utenti di Gmail e abbiamo intrapreso misure di protezione. Le mail contraffatte apparivano come inviate dagli stessi proprietari degli account, il che comportava anche che apparissero erroneamente nella cartella Inviati.

Abbiamo identificato e stiamo riclassificando tutte le email offensive come spam e non abbiamo motivo di credere che gli account siano stati compromessi a causa di questo incidente. Se ti capita di notare una mail sospetta, ti invitiamo a segnalarlo come spam”.

Riassumendo quanto dichiarato da Google, si tratta quindi di una “campagna di spam che ha colpito un piccolo gruppo di utenti Gmail” e il colosso di Mountain View ha già preso le misure idonee per proteggersi. Se comunque ritieni che il tuo account non sia al sicuro, puoi procedere aggiornando la password e abilitando l’autenticazione a due fattori dalle apposite impostazioni.