Gmail: cos’è e come funziona l’email Google

Il servizio di maggior successo di Google, oltre che strettamente connesso ad Android, risulta essere decisamente Gmail: un servizio di posta elettronica moderno e strettamente connesso con la rete di servizi G Suite, con Google Assistant e tutto l’eco-sistema digitale mobile.

Come nasce Gmail e perchè è centrale per Android

Gmail è stato creato, partendo da queste basi, in via ufficiale ad Aprile 2004 proponendo una webmail alternativa, fluida e moderna rispetto le solite soluzioni e costruendovi attorno l’intero eco-sistema di servizi Google.

L’idea di possedere un account Gmail rappresenta la primaria chiave di successo per Android, oltre che un fattore centrale per la crescita e la diffusione dei servizi correlati sfruttando un’identità che ogni utente consegue avendo un’indirizzo email Google.

Gmail: aggiornamenti, funzioni e futuro dei servizi Google

La posta elettronica Google è costantemente aggiornata nello stile e nelle funzioni al fine di garantire un’uso semplificato e connesso agli altri servizi presenti in Android divenendo una sorta di centro di controllo dal quale avere accesso all’account Gmail, Google Assistant, e tanto altro.

Il nuovo restyling, ispirato al progetto business Inbox, ha fornito alla posta elettronica importanti novità sia dal punto di vista grafico che soprattutto sotto quello funzionale.

Integrazione App in Gmail: cosa sono gli Add-ons e cosa accade a Chrome

Una funzione di sicuro apprezzamento riguarda l’introduzione delle App all’interno della posta elettronica desktop, una soluzione capace di estendere la qualità e la resa dell’email Google personalizzandone le funzioni in base alle necessità.

Le apps Gmail si dividono nei:

  • Servizi Google: integrati nativamente, nei quali figurano Google Calendar, Google Keep ed il nuovo Google Tasks
  • Add-ons: servizi aggiuntivi, non presenti nativamente, da poter installare/disinstallare a richiesta

Per attivare questi ultimi è necessario cliccare sul menù laterale destro, cliccare sul tasto “Aggiungi” e selezionare il servizio dalla schermata G Suite Marketplace visualizzando dettagli ed anteprima, oltre che una piccola guida su come utilizzare gli add-ons una volta installati.

Gli Add-ons non sono diversi da quanto visionato ad oggi con Chrome, molti di essi sono in effetti un’evoluzione delle stesse estensioni per il browser andando però a funzionare esclusivamente sul web e per il servizio richieste al momento della richiesta.

Posticipare Email: arriva la funzione Snooze, ma come funziona?

La lettura delle email è stata ridisegnata in funzione del largo uso che, odiernamente, viene fatto di Gmail introducendo una modalità per posticipare le email nel tempo verso momenti dove saremo sicuri di leggerle.

Denominata come “Snooze”, la funzionalità consente letteralmente di conservare il messaggio nella propria casella di posta e vederselo notificare (come fosse appena giunto nella vostra Inbox) al momento prestabilito. Potrete scegliere tra le seguenti opzioni:

  • Periodi pre-settati: modalità standard per data ed orari offerte da Google
  • Periodo personalizzato: modalità manuale dove poter scegliere data ed ora

La funzione Snooze è integrata, in modo sapiente, all’interno di un menù a comparsa pop-up accessibile direttamente dal titolo email sia da Desktop (icona orologio nera a lato destro) che da mobile (in questo caso eseguendo una pressione prolungata).

Allegati: più intuitivi, disponibili in anteprima

L’utilizzo degli allegati cambia totalmente faccia sulla versione desktop Gmail offrendo una chiara visualizzazione direttamente nel titolo dei messaggi, potendo subito accedere ai files senza neppur leggere le email.

La modalità cambia lievemente a seconda della visualizzazione display, creando una grafica riconoscibile e di facile accesso sia che utilizzi una schermata Default che le alternative Comfortable e Compact.

Funzioni minori: Smart replies e maggiore sicurezza

La centralità di Gmail nell’eco-sistema Google ha imposto però, ed al contempo, maggiore sicurezza e velocità nella azioni che si son tradotto in funzioni secondarie e minori come le Smart Replies e la maggiore sicurezza.

Nel caso delle Risposte Rapide, la funzione non è solo un’estensione di qualcosa già visto sull’app Gmail per Android bensì un primo passo per l’introduzione di un maggior utilizzo dell’intelligenza artificiale e di Google Assistant.

Sul medesimo discorso si collocano i messaggi di sicurezza, offrendo un design visivo di maggior effetto oltre che testi più efficaci nel garantire le corrette azioni in caso di email phishing o violazioni.

Gmail ed AI: il futuro prevede email intelligenti e che apprendono dalle abitudini

Gmail Machine Learning
Gmail sempre più supportata dal Machine Learning

I prossimi passi nell’evoluzione di Gmail da parte di Google prevedono un massiccio e crescente utilizzo del machine learning, presente all’interno di Google Assistant, dando vita ad servizio mail capace di apprendere dalle nostre necessità.

Tra le funzioni basate su AI in programma vi sono:

  • Suggerimenti Assistiti
  • Confidential Mode
  • Notifiche Intelligenti

I suggerimenti assititi permetteranno a Google Assistant di comprendere quali email necessitano di interazioni o risposte, da quanto tempo vengono ignorate ed a quel punto proporci dei suggerimenti direttamente sul titolo email attirando la nostra attenzione.

La Confidential Mode è invece un meccanismo di ulteriore sicurezza, pur avendo accesso a Gmail, permettendo di celare messaggi già ricevuti in casella dopo un tot di tempo, consentirne la lettura (personale o dopo l’invio ad un mittente) solo tramite una verifica in due passaggi e persino imporre limiti attivi sui testi quali il blocco di copia, l’autodistruzione, l’impossibilità di stamparle.

Altrettanto interessanti sono invece le Notifiche Intelligenti che, su esempio dei Suggerimenti Assistiti Gmail, comprenderanno automaticamente quali email notificare per importanza e quando è necessari annullare la sottoscrizione newsletter qualora si tratti di spam o messaggi mai letti ed al di fuori dei nostri interessi reali.

Gmail Offline è un progetto reale?

Una delle funzioni di maggior richiesta, ovvero l’accesso ad una versione offline su Android e computer, pare esser nei progetti del colosso di Mountain View.

Una modalità sincronizzata per l’uso dell’archivio negli ultimi 90 giorni dovrebbe esser a lavoro fornendo quasi tutte le funzioni della versione connessa, sebbene sono molti gli aspetti da valutare nel dettaglio.

Aggiornare Gmail: come ottenere la nuova versione Desktop e Mobile

Le novità sono distribuite in modo automatico da parte di Google tramite un aggiornamento lato server, ciò è vero sia per la modalità Desktop quanto soprattutto per il mobile su tutti gli smartphone Android con l’ultima versione Gmail.

Gmail
Price: Free

Vi consigliamo quindi di scaricare Gmail, e provare a forzare (qualora vogliate accelerare i tempi) l’aggiornamento server tramite la nostra piccola guida su come ottenere la nuova versione Gmail.