Google Lens: cos’è e come funziona il riconoscimento immagini

Uno dei servizi più funzionali ed interattivo all’interno del vasto portfolio di Google Foto risulta essere Google Lens, un meccanismo di riconoscimento immagini che s’interpone tra la fotocamera, l’assistente digitale Google Assistant e la futura realtà virtuale a sostegno dell’utente.

Google Lens: definizione, crescita futura e rapporto coi servizi Android

L’idea dietro il meccanismo di riconoscimento nasce, da parte di Google, con la necessità di promuovere e sviluppare le AI (Artificial Intelligence) attraverso l’estensione delle funzioni di Google Assistant.

Google Lens, in tal senso, nasce e viene presentato ufficialmente al Google I/O 2017 venendo integrato all’interno della gamma smartphone Google Pixel di prima e seconda generazione quale esclusiva funzionale direttamente all’interno dell’assistente digitale Assistant, con una riduzione delle funzioni per tutti i dispositivi Android al solo Google Foto.

Google Lens Screens
Screen funzionali di Google Lens

Le capacità di Lens, in tal senso, permettono di poter acquisire informazioni live dalle immagini e dai video fornendo indicazioni su attività commerciali, trascrizione OCR di testi da poter copiare ed incollare, trasformare dettagli di contatti in contatti digitali da aggiungere con un click, ottenere indicazioni stradali su Google Maps e persino interagire con Google Calendar.

Come funziona il riconoscimento delle immagini

L’utilizzo di Google Assistant viene suddiviso in due diverse modalità, a seconda che possediate o meno un Google Pixel, cionononostante l’indirizzo di accesso comune resta Google Foto tramite il quale eseguire la scansione foto.

Google Lens in Foto
Barra Google Foto e locazione di Google Lens

Una volta selezionata un’immagine, nel pannello inferiore delle opzioni Google Foto dovrete selezione il logo di Google Lens (icona centrale tra Opzioni e Cestino) la cui conferma di analisi verrà fornita da un’animazione su foto dell’analisi intelligente.

Una volta completato il risultato potrete visualizzare, a seconda dell’immagine selezionata:

  • Richiamo contenuto a Wikipedia
  • Riquadri di ricerca Google per contenuti specifici in caso di contenuti multipli in foto
  • Ricerca Immagini Google per contenuti similari
  • Interazione Google Calendar per l’aggiunta in automatica di un appuntamento o impegno
  • Dettaglio contatto con l’aggiunta alla Rubrica o il collegamento all’app Telefono
  • Indicazioni stradali e riconduzione località Google Maps
  • Trascrizione OCR per i contenuti testuali

Il tutto potendo copiare ogni elemento trascritto digitalmente o condividerlo su social media, app di messaggistica instantanea e tanto altro con un sistema tanto istantaneo quando semplice, intuitivo e di facile riconoscimento per l’utente.

Google Lens vs Office Lens e Bixby: le differenze

L’idea dietro Google Lens, sebbene sia stata presentata da Google come un miglioramento della precedente app Google Googles, è in realtà qualcosa di più sofisticato che va a migliorare ed estendere il campo delle AI mobile.

La concorrenza, attualmente, è rappresentata da Microsof Office Lens e Samsung Bixby Vision che, a loro modo, offrono un sistema di riconoscimento intelligente delle immagini legandosi ai primari motori di ricerca e servizi delle rispettive aziende.

La forza di Google Lens rispetto i concorrenti è la capacità di pote interagire nativamente con servizi Terzi interni all’eco-sistema Google quali Calendar, Maps, Keep, Foto dal quale è accessibile per tutti gli utenti Android e più in generale divenendo parte integrante di Google Assistant e dell’interno mondo mobile del robottino verde, nonchè dei sistemi del colosso californiano.

Come si attiva Google Lens: i passaggi per ottenere il riconoscimento intelligente su qualsiasi smartphone

La funzionalità viene fornita in modo nativo, tramite un aggiornamento continuo lato server, a tutti gli smartphone equipaggiati con l’ultima versione di Google Foto mentre, per i dispositivi Google Pixel, questo viene fornito nativamente all’interno di Google Assistant e del firmware Android.

Google Foto
Price: Free

Non vi resta quindi che scaricare Google Foto, seguire la breve guida e le immagini fornite nei paragrafi precedenti ed iniziare a modificare il vostro modo di interagire con lo smartphone ed il mondo circostante semplificando l’utilizzo quotidiano del vostro device.