Come correggere errore “Il tuo dispositivo non è certificato da Google” | Guida

Uno degli problemi più comuni che può emergere visitando il Google Play Store riguarda l’errore “Il tuo dispositivo non è certificato Google”, capace di svelare l’assenza di certificazione CTS imposta dal colosso californiano per accedere a GApps e servizi.

Correggere l’errore “Il tuo dispositivo non è certificato Google”: 

In assenza di una certificazione è possibile superare l’ostacolo, accedendo alle app del Google Play Store senza limitazioni, sfruttando una serie di passaggi a seconda che siate dispositi a mantare il firmware oppure vogliate cambiare la Custom ROM con una certa frequenza.

Le opzioni alle quali ricorrere, come soluzioni, sono le seguenti:

  1. Registrare il dispositivo presso Google
  2. Installare App Store alternativi al Google Play Store

1 – Richiedere un’esenzione a Google tramite la registrazione guidata

La scelta del colosso californiano non è stata pensata per punire gli utenti, ciò significa che nonostante l’eventualità di un “Dispositivo non è certificato da Google” è possibile porre rimedio chiedendo all’azienda stessa con un’esenzione.

I dati di cui avrete bisogno saranno l’ID Google Play (GSF) oppure l’IMEI dispositivo, sebbene quest ultimo ad oggi non sia strettamente necessario ma potrebbe diventarlo in futuro.

Per trovare il GSF o IMEI vi consigliamo d’installare l’app Device ID, disponibile tramie il relativo badge Play Store o da fonte esterna Apk, ovviamente impostando i parametri per installare app di origine sconosciute.

Device ID
Price: Free

Una volta copiato i codici recatevi pagina di Registrazione Dispositivo Googleinseritile nel relativo campo e proseguite fornendo autorizzazione col comando “Registra”. In tal modo Google acquisirà i dati del vostro dispositivo permettendovi di accedere al Google Play Store senza limitazioni.

2 – App Store alternativi per accedere alle migliori app Android

Nonostante la disponibilità di un’esenzione, non sempre e non tutti i dispositivi vengono approvati continuando a mostrare il solito errore “Il tuo dispositivo non è certificato da Google”.

Una soluzione definitiva, utile in particolare per gli utilizzatori di Custom ROM poche note, riguarda l’uso di App Store alternativi al Play Store eppur ugualmente dotati della medesima qualità.

I migliori Store alternativi Android, suggeriti dai colleghi di XDA, sono MicroG e Galaxy dotati rispettivamente di un database molto simile allo Store Google ed uno stile basato sul Material Design che sicuramente non guasta.

Problemi col correggere l’errore “Il tuo dispositivo non è certificato da Google”: domande e risposte

Il sistema ed i passaggi consigliati sono ancora sperimentali, la stessa esenzione ufficiale del colosso californiano è qualcosa di nuovo soggetto a ristrutturazioni nel corso del tempo.

E’ quindi importante tenersi aggiornati in tal caso, magari chiedere informazioni al produttore dispositivo sfruttando l’assistenza, tenendo conto della possibilità di futuri ed ulteriori blocchi specialmente per le attività di modding.