Android P: scoperto il supporto nativo per periferiche input Bluetooth

Siamo probabilmente ormai a poche settimane dal lancio, stando a quanto sbandierato dai rumors, della developer preview di Android P. Sono già state svelate in anteprima, numerosi dettagli e funzionalità della nuova versione del robottino verde, grazie anche al trafugamento diretto dal codice sorgente open source (AOSP), che consente a chiunque di ispezionare le righe di codice, ed è proprio da qui che proviene una nuova caratteristica scovata da poco.

Android P: il codice sorgente svela la possibilità di utilizzare periferiche input Bluetooth

Su Android P infatti, sarà possibile utilizzare un mouse o una tastiera Bluetooth, permettendo di controllare il dispositivo un po come un pc. L’idea era già stata presentata come una patch ad Android nel 2014, ed implementata effettivamente nel 2016, venendo però disabilitata per tutte le versioni correnti di Android. Da quanto emerso dal codice sorgente però, pare che finalmente Google, ne renderà possibile l’utilizzo su Android P.

Android P

I dispositivi Bluetooth, saranno supportati tramite una serie di profili hardware, tra cui appunto quello Bluetooth HID (Human Interface Device), che supporta appunto dispositivi input di controllo senza fili. Il profilo non è attualmente supportato da Android per impostazione predefinita, ma su Android P, con la disponibilità del supporto nativo, sarà finalmente possibile sfruttare tali dispostivi.

Il nuovo supporto, renderà possibile anche nuove modalità di controllo dei dispositivi. Si potrà infatti controllare o scrivere su un altro dispositivo tramite la tastiera virtuale dello smartphone, o utilizzare quest’ultimo per eseguire delle presentazioni. Esistono già app che rendono possibili tali controlli, ma grazie al supporto nativo, non sarà più necessario dotarsene, sfruttando direttamente le funzionalità di Android P.