HTC U12

HTC U12: quattro fotocamere e frame molto sottile | RUMOR

Diversi nuovi render trapelati da poco, rivelano e danno l’idea di quello che potrebbe essere il nuovo top di gamma HTC U12. I leak sono comparsi in una pubblicità Giapponese, riguardo una cover protettiva in silicone. Lo smartphone viene mostrato con ben quattro fotocamere, due sia per la parte posteriore che anteriore ed un design praticamente privo di cornici, con spazio a sufficienza per il tasto home.

HTC U12: il nuovo top di gamma avrà un display 4K

Tra le numerosi voci recenti sul nuovo HTC U12, non si è fatta menzione dello spessore della scocca, che a quanto pare non supererà i 6 millimetri.

La fattibilità di tale spessore, rimane tuttavia discutibile, anche se c’è da considerare che comunque già alcuni produttori come OPPO e Vivo, sono riusciti a realizzare smartphone il cui spessore si aggira solamente sui 5mm, ma rimane comunque tutto da vedere, per i possibili problemi di surriscaldamento che potrebbero venire fuori.

HTC U12

I rumor sottolineano che il nuovo HTC U12, sarà il prossimo fiore all’occhiello dell’azienda, sarà infatti dotato dell’ormai display da 18:9 “d’ordinanza” su tutti gli smartphone di punta, che possibilmente avrà una risoluzione da ben 4K, in modo da differenziare il dispositivo dalla fascia premium concorrenziale, i quali dovrebbero presentare pannelli con risoluzione QHD nel 2018, con l’eccezione dei nuovi top di gamma Sony, dato che l’azienda del Sol Levante ha una sua propria tecnologia per il 4K destinata agli smartphone.

HTC U12

Si prevede quindi, che l’azienda con base in Taipei, annuncerà il suo nuovo HTC U12, in vista del celebre evento del MWC 2018, previsto per essere svolto a fine febbraio, iniziando a vendere il dispositivo entro la primavera. Dopo un ennesimo anno deludente per il segmento smartphone di HTC, l’azienda ha deciso di ridimensionare gli sforzi per quest’anno, rilasciando un numero limitato di dispositivi Android, come precedentemente dichiarato.

L’azienda è ora in procinto di destinare parte del suo budget, verso soluzioni del settore della realtà virtuale, considerata la sua migliore piattaforma a lungo termine riguardo la sostenibilità.