Google Smart Display

CES 2018: presentati i nuovi Google Smart Display dotati di Assistant

A fare da protagonista quest’anno, al CES 2018, pare sia Google, che si appresta a presentare un nuovo modo con cui utilizzare il suo ormai onnipresente Google Assistant. Si tratta dei nuovi Google Smart Display, che insieme a smartphone, auricolari smart ed altoparlanti, si aggiungono all’insieme di dispositivi dotati di assistente virtuale.

I nuovi Google Smart Display sono principalmente pensati per l’internet delle cose

I nuovi Google Smart Display, sono molto simili nelle funzioni agli attuali altoparlanti smart, ma rispetto a questi ultimi, sono ovviamente in grado di fornire informazioni contestuali tramite il loro schermo e risposte verbali. Potrete ad esempio chiedere indicazioni stradali su Google Maps, avendo la possibilità di trasmetterle al proprio smartphone, oppure richiedere di sfogliare vecchie foto, aprendo in automatico Google Photos.

Google Smart Display

I nuovi dispositivi sembrano essere particolarmente pensati per l’uso casalingo, Google Assistant infatti potrà per esempio guidarvi durante la preparazione di un pasto tramite una ricetta, che potrà essere consultata nel display tramite il touchscreen o anche i comandi vocali.

Google Smart Display

Il video mostra anche la schermata di blocco dei nuovi Google Smart Display, che ricorda bene il widget “At Glance” da poco introdotto nel Pixel Launcher, con la visualizzazione dell’ora, della data e delle condizioni meteorologiche. Nell’ora del risveglio inoltre, il dispositivo darà il buongiorno all’utente.

Google Smart Display

Negli smartphone, quando viene richiamato, l’assistente fa scorrere un pannello dalla parte inferiore della schermata, nei Google Smart Display invece, il richiamo farà comparire dei puntini colorati sovrapposti nella parte superiore dello schermo.

Le app aperte occuperanno l’intera superficie del display, e per questo gli sviluppatori di Big G, hanno già consigliato ai produttori app di terze parti l’utilizzo di immagini ad alta risoluzione, dato che gli utenti interagiranno sempre con icone o immagini i cui valori DPI sono superiori a quelli di solito utilizzati nei telefoni.

I Google Smart Display avranno Android Things come sistema operativo, ovvero una versione specifica del robottino verde, pensata per aver a che fare con “l’internet delle cose” e quindi principalmente la domotica. Oltre che l’assistente, tutti gli Smart Display saranno dotati di Google Cast integrato.

Gli Smart Display prodotti da Lenovo, JBL ed LG, saranno basati sulla piattaforma Home Hub Qualcomm SD624, mentre quelli prodotti da Sony utilizzeranno la MediaTek MT8173 SoM. Le unità JBL e Lenovo sono previste per essere disponibili durante il periodo estivo, mentre è ancora da rendere nota la data per gli altri produttori.