YouTube

YouTube: da oggi è possibile scegliere la velocità di riproduzione dei video su smartphone

Seppur con parecchio ritardo rispetto all’implementazione di tale feature su PC, in data odierna il team di YouTube ha annunciato, con un post sul blog ufficiale, l’introduzione della possibilità di modificare la velocità di riproduzione dei video anche sui dispositivi mobili Android e iOS, funzionalità particolarmente apprezzata e molto attesa dagli utenti smartphone.

YouTube: novità per l’app Android e iOS

A seguito dell’ultimo update dell’app, come documentato sul post degli sviluppatori, gli utenti avranno quindi la possibilità di selezionare, mediante i controlli messi a disposizione, varie velocità di riproduzione partendo da un quarto della velocità reale (0.25x) e fino ad arrivare al doppio (2x).

L’introduzione della seguente feature ha comportato non poche difficoltà per gli sviluppatori di YouTube, che hanno dovuto scendere a compromessi per riuscire ad adeguare al meglio il flusso audio e quello video alle diverse possibili velocità senza incorrere in distorsioni o eccessive perdite di qualità, soprattutto in vista del fatto che gran parte dei device presenti sul mercato sono caratterizzati da CPU nonché quantitativo di RAM disponibile differente, tenendo inoltre conto dell’instabilità della rete dati.

Un utile strumento per carpire ogni dettaglio

Gli sviluppatori fanno notare come l’impostazione della velocità più comunemente utilizzata dagli utenti PC è 1.25x, seguita da 1.5x, e come la velocità variabile non solo si riveli particolarmente utile per avere una migliore panoramica dei contenuti e risparmiare notevolmente tempo, ma può anche essere uno strumento importante per indagare dettagli più fini. Per esempio, si potrebbe voler rallentare un tutorial per imparare qualche nuova coreografia, capire uno strumming pattern e molto altro ancora.

A giudicare dalle novità introdotte negli scorsi mesi, pare quindi che l’app di YouTube destinata ai dispositivi mobili sia sulla buona strada per riuscire ad offrire anche su smartphone la stessa esperienza della versione desktop, senza limitazioni di sorta, nonostante il lento sviluppo. Voi che ne pensate?