HiSilicon Kirin 970 test download

HiSilicon Kirin 970 raggiunge 1.2 Gb/s nei test in download

Huawei ha presentato ad IFA 2017 di Berlino il suo ultimo processore di fascia alta denominato HiSilicon Kirin 970. Si tratta del primo chipset a supportare la categoria 18 per quanto riguarda la velocità in download e la categoria 13 per quella in upload. Ciò significa che il nuovissimo Kirin 970 può raggiungere una velocità in downlink pari a 1.2 Gb/s.

Recentemente, Huawei e Rohde & Schwarz hanno condotto un test molto interessante. Questo ha rivelato il traguardo raggiunto dal nuovo SoC top-end del produttore cinese. Rohde & Schwarz, in particolare, è un’azienda tedesca che produce apparecchiature per testare le reti e misuratori per le radiomobili.

HiSilicon Kirin 970 test downloadHiSilicon Kirin 970: Huawei e Rohde & Schwarz testano il processore top-end

Per raggiungere questa velocità, le due società hanno utilizzato alcuni miglioramenti impiegati nel settore da parte dei gestori telefonici. Più nello specifico, l’HiSilicon Kirin 970 include gli standard 4 × 4 MIMO e 256QAM.

Il primo consente di creare ulteriori percorsi di dati fra un sito di celle e il device, aumentando così la velocità dei dati. Il 256QAM, invece, aumenta il numero dei bit inviati durante ogni trasmissione e contribuisce ad aumentare anche la velocità dei dati.

Ai Wei di Huawei sostiene che l’azienda è soddisfatta di aver completato con successo questo test con Rohde & Schwarz ed aver assistito assieme a questa innovazione nel settore smartphone. L’HiSilicon Kirin 970 è diventato il primo SoC a supportare le connettività LTE Cat.18 DL e Cat.13 UL riuscendo a raggiungere una velocità in downlink di 1.2 Gb/s.

HiSilicon Kirin 970 test downloadUn nuovo traguardo è stato raggiunto dall’azienda cinese per dimostrare che la serie di processori Kirin riesce a posizionarsi come leader nell’industria delle comunicazioni wireless LTE-A-Pro.

Dei primi test effettuati si scopre anche che il Kirin 970, che muoverà il nuovissimo Huawei Mate 10, riesce a battere anche lo Snapdragon 835 di Qualcomm il quale supporta la categoria 16 con una velocità massima di 1 Gb/s.

In aggiunta, il SoC include un chip dedicato all’intelligenza artificiale. Sarà sicuramente interessante vedere come Huawei utilizzerà quest’ultimo a bordo del Mate 10.

Huawei