LYNWO M6 smartband recensione

Recensione: LYNWO M6, la smartband per scattare foto in remoto e per le notifiche

Fra i settori mobile in rapida crescita vi è quello delle smartband. Oltre ai produttori più famosi, come ad esempio Fitbit e Garmin, ci sono altre società, prevalentemente di provenienza asiatica, che mettono a disposizione sul mercato dei braccialetti smart estremamente economici ma allo stesso tempo funzionali in relazione al prezzo di vendita.

L’esempio più famoso è la Xiaomi Mi Band 2 che mi accompagna quotidianamente al polso sinistro. In questi ultimi giorni, però, ho deciso di sostituirla con una smartband prodotta da LYNWO. Il prodotto in questione si chiama LYNWO M6. Prima di parlarvi in maniera più approfondita di questo wearable, volevamo ringraziare lo store TinyDeal.com per averci fornito il sample di prova. Scopriamo insieme tutte le sue caratteristiche.

LYNWO M6 – Contenuto della confezione

All’interno della confezione, troviamo la LYNWO M6, il manuale utente in lingua cinese inglese e due cinturini di ricambio (uno nero e l’altro nero/blu).

LYNWO M6 – Design e qualità costruttiva

La smartband M6 è stata realizzata totalmente in plastica ma di buona fattura. Il design generale sembra abbastanza resistente ma comunque dovrete fare particolare attenzione ai due connettori presenti in alto e in basso. Questi ultimi serviranno per collegare i cinturini. Il connettore superiore permette, inoltre, di caricare la LYNWO M6 utilizzando un comune adattatore da parete.

Sulla parte frontale troviamo un display OLED da 0.86 pollici mentre poco più sotto è presente un pulsante soft-touch per navigare fra le varie funzionalità del wearable. Sulla zona posteriore, infine, è presente il sensore per la lettura dei battiti cardiaci e della pressione sanguigna. Entrambi i cinturini forniti in confezione dispongono di ben 10 fori, dunque sicuramente potranno adattarsi a qualunque tipo di polso.

Il design generale della LYNWO M6 è molto semplice ma allo stesso tempo elegante, soprattutto se si utilizza il cinturino nero che si fonde perfettamente con il resto del dispositivo indossabile. A livello estetico, la preferisco maggiormente della Mi Band 2. Il wearable misura 5.5 x 2 cm x 1 cm e ha un peso solo 9 grammi di mentre il cinturino ha una lunghezza totale di 22 cm ed è spesso 0.4 cm.

LYNWO M6 – Display

Sulla parte frontale della LYNWO M6 è presente un display da 0.86 pollici con tecnologia OLED e risoluzione di 96 × 32 pixel. Da qui è possibile accedere a diverse informazioni. La prima schermata mostra la batteria residua, l’ora e la data nel formato di giorno, mese e giorno della settimana. Tappando sul tasto capacitivo, è possibile accedere al numero di passi effettuati, alla distanza percorsa calcolata in metri e alle calorie bruciate calcolate in kcal.

Lo schermo visualizza, inoltre, la pressione sanguigna in mmHg, la frequenza cardiaca in BPM, le ore di sonno dell’ultima notte, l’icona per switchare dalla visualizzazione orizzontale a quella verticale (e viceversa), l’icona per individuare lo smartphone connesso al wearable e l’icona di spegnimento. Lo schermo si spegne automaticamente dopo 3 secondi di inattività o in alternativa basta una pressione prolungata di 3 secondi sul pulsante soft-touch durante l’icona di spegnimento.

Sfortunatamente il display della LYNWO M6 non mi ha convinto per nulla, non tanto per la sua definizione ma per la luminosità. Anche se non si espone sotto la luce diretta del sole, lo schermo resta poco visibile e a quel punto si dovrà creare dell’ombra per controllare le informazioni.

Il sample ricevuto, inoltre, presenta un difetto nell’assemblaggio (visibile qui sotto) poiché il pannello è stato montato in maniera errata. Dato che la parte frontale presenta delle curvature sia sui lati che sui bordi superiore e inferiore, non sarà possibile controllare le informazioni a una inclinazione più accentuata.

LYNWO M6 smartband recensione

LYNWO M6 – Feature

La smartband di LYNWO è dotata di un processore Nordic 51822 affiancata da 32 kB di RAM e 256 kB di ROM. Il wearable cinese mette a disposizione dell’utente diverse caratteristiche interessanti. È possibile contare i passi, monitorare la distanza percorsa e tenere sotto controllo la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Il dispositivo consente, poi, di misurare le calorie bruciate, ricevere un Sedentary Reminder, impostare degli obiettivi di fitness, programmare una sveglia e ricevere una notifica tramite il motore di vibrazione integrato ogni qualvolta si riceve un nuovo messaggio SMS, dalle varie applicazioni o da una chiamata.

Il wearable è in grado di visualizzare sul piccolo schermo una breve anteprima del messaggio ricevuto oppure visualizzare il nome del contatto da cui state ricevendo una telefonata. Presente anche la possibilità di visualizzare il numero dei messaggi consecutivi ricevuti.

Nel caso in cui vogliate interrompere completamente le notifiche, basterà spegnere del tutto la smartband tappando per 3 secondi sul pulsante capacitivo con l’icona OFF. È possibile collegare la smartband al proprio smartphone sfruttando la tecnologia Bluetooth 4.0 e l’app companion.

LYNWO M6 – App Companion

Il software può essere scaricato soltanto scannerizzando il codice QR presente nel manuale delle istruzioni oppure sul retro della confezione di vendita. Dunque, non possiamo confermare il livello di sicurezza del software dato che non è presente sul Google Play Store. Da precisare, inoltre, che la LYNWO M6 può essere utilizzata soltanto dai possessori di smartphone Android poiché non è disponibile una versione dell’applicazione per i device iOS.

Il software in questione si chiama H Band e presenta un’interfaccia abbastanza elegante e ben strutturata, anche se non è tradotta perfettamente in italiano. Nella sezione Dashboard, l’app mostra un riassunto su passi effettuati, monitor del sonno, frequenza cardiaca e pressione sanguigna. Dalla stessa schermata potrete controllare i dati del giorno prima o di due giorni prima. Verso la fine della scheda Dashboard troviamo due pulsanti: il primo cerchio (rosso) consente di avviare manualmente un test HR.

Una volta concluso il test della frequenza cardiaca, avviabile tappando sul pulsante Play, è possibile condividere il risultato su Facebook, Twitter, Instagram, WhatsApp, LinkedIn e altri social network cinesi cliccando sull’icona situata in alto a destra. Il secondo cerchio (arancio) permette, invece, di avviare la misurazione della pressione sanguigna. Questa può avvenire scegliendo il profilo normale oppure quello BP personalizzato.

Per poter sfruttare quest’ultima funzionalità, dovrete impostare il valore BP per avere dei dati più accurati. Basterà inserire i dati ordinari della pressione sanguigna che si ottengono senza aver assunto dei farmaci antipertensivi.

Rimanendo nella sezione Dashboard, e tappando sull’icona a forma di grafico posta in alto a destra, è possibile accedere allo storico settimanale, mensile e annuo. La scheda Fitness prevede una modalità progettata per chi corre. Tappando su Inizia a correre, comparirà una mappa della vostra posizione. Una volta che il GPS del vostro smartphone Android imposterà correttamente la vostra posizione, basterà cliccare sul pulsante Inizia allenamento.

Per mettere in pausa la sessione, è necessario trascinare verso il basso l’icona Pausa. A quel punto, H Band permetterà di terminare l’allenamento oppure tornare indietro. L’ultima scheda, ovvero quella più importante, consente di impostare diversi parametri sulla LYNWO M6.

Cliccando su M6, è possibile scoprire in tempo reale l’autonomia a disposizione, impostare le applicazioni da cui si desidera ricevere le notifiche tramite vibrazione, programmare una sveglia (fino ad un massimo di 3), impostare un promemoria di sedentarietà e ricevere un avviso di allarme quando si raggiunge una soglia massima di frequenza cardiaca pre-impostata.

Nella scheda Altro, è possibile terminare/ristabilire la connessione con il wearable, determinare la modalità BP personalizzata, resettare la password del dispositivo indossabile oppure controllare se c’è qualche aggiornamento firmware (via OTA).

L’app H Band dispone anche di un’altra feature interessante: tappando su l’opzione Fai una foto, sarà possibile scattare una foto in remoto. Ciò avviene sfruttando la fotocamera anteriore o posteriore dello smartphone accoppiato e ruotando il polso o tappando sul pulsante capacitivo.

L’interfaccia dell’app Camera, purtroppo, non sarà quella originale del vostro terminale ma una inclusa nell’app companion. Oltre a switchare dal sensore frontale a quello posteriore (e viceversa), è possibile attivare la Modalità Torcia sfruttando il flash LED del vostro device.

Ritornando alle Impostazioni, è possibile impostare un obiettivo dei passi da fare e delle ore di sonno, scegliere l’unità di misura preferita fra il sistema metrico o quello imperiale oppure collegare l’applicazione WeChat Run. Purtroppo non è possibile collegare la LYNWO M6 con piattaforme più popolari, come ad esempio Google Fit.

LYNWO M6 – Performance

Ho deciso di testare in maniera approfondita la LYNWO M6 paragonandola alla Xiaomi Mi Band 2 che utilizzo giornalmente. La prova della smartband è partita dal pomeriggio del 1 agosto ed è finita il 10 dello stesso mese. Il test mi ha permesso di analizzandone in maniera approfondita le varie funzioni e i dati sincronizzati con l’app companion.

Confrontando le informazioni raccolte dalla LYNWO M6 e paragonandole con quelle riportate dalla smartband Xiaomi, è possibile vedere in alcuni casi delle differenze davvero importanti.

LYNWO M6 smartband recensione

Di seguito vi riporto una tabella che mostra in maniera approfondita i dati raccolti dalle due smartband per fare un confronto.

LYNWO M6 smartband recensioneIl monitoraggio del sonno avviene in maniera abbastanza simile alla Xiaomi Mi Band 2 ma per quanto riguarda il calcolo dei passi, della distanza percorsa e delle calorie bruciate è davvero molto distante. Ci sono in media circa 1000 passi di differenza rispetto a quelli calcolati dalla Mi Band 2.

Una delle cose che non mi è piaciuta per nulla sulla M6 è il fatto che spesso e volentieri non si connette automaticamente allo smartphone, dunque bisognerà agire ogni volta dal software companion. Ad esempio, nel momento in cui allontanerete la smartband dal dispositivo a cui è collegata, dovrete successivamente ristabilire la connessione dall’applicazione.

Nel caso in cui vi dimenticate di fare tale processo, potreste perdere delle chiamate o delle notifiche importanti. Nel caso di ricezione di chiamate da un numero privato (Attenzione: non confondetelo con un numero non memorizzato nella rubrica), la smartband non emetterà alcuna vibrazione.

LYNWO M6 smartband recensioneAnche se nell’app companion è presente la funzionalità Ruota il polso (attivabile tramite il toggle), molto spesso non funziona. Ogni volta, quindi, dovrete tappare il pulsante capacitivo per visionare le varie informazioni. Da ciò si deduce, inoltre, che non è possibile scorrere le varie feature sul display con una rotazione del polso.

Oltre a questi piccole accortezze, ci sono anche alcune cose che mi hanno convinto della LYNWO M6. Ad esempio il cinturino sembra essere realizzato con materiali di buona fattura. Dopo diverse sessioni di tapis roulant, dove ho sudato parecchio, il cinturino non dà cenno di usura. Naturalmente, la sua resistenza potrà vedersi soltanto in futuro.

Oltre alle classiche feature, la M6 permette di monitorare la pressione sanguigna, anche direttamente dalla stessa. Purtroppo non ho potuto verificare la veridicità dei risultati ottenuti dal sensore della pressione sanguigna ma resta comunque un’informazione molto utile per capire più o meno i valori.

La caratteristica che in certi aspetti può essere considerata molto utile mentre in altri un po’ meno è la possibilità di ricaricare il wearable utilizzando un comune caricatore da parete grazie al connettore USB Type-A presente sulla parte superiore. Anche se può rendere la ricarica più agevole, il connettore potrebbe rompersi con molta facilità. In questo caso, dunque, dovrete fare molta attenzione.

LYNWO M6 smartband recensione

LYNWO M6 – Autonomia

All’interno della smartband è presente una batteria ai polimeri di litio da 120 mAh che mi ha permesso di utilizzarla, nel mio classico uso di smartband, per una settimana piena. Utilizzando un caricatore da parete con tecnologia smart (porta da 5V 2.4A), la LYNWO M6 si è ricaricata in circa 2 ore e 30 minuti.

LYNWO M6 – Conclusioni

La LYNWO M6 non è sicuramente un wearable da utilizzare per monitorare i progressi della vostra attività fisica. Per queste cose ci sono dei dispositivi molto più ben fatti e costosi offerti da Garmin, Fitbit, TomTom ecc. La LYNWO M6 è un prodotto quasi paragonabile alla Mi Band 2 in relazione al prezzo di vendita, anche se la smartband del colosso cinese può affidarsi alla grande comunità e all’ultimo prezzo molto contenuto (circa 13 euro).

L’M6 è un dispositivo indossabile indirizzato a chi cerca un prodotto appartenente a questa categoria per ricevere notifiche su chiamate, messaggi ed altre applicazioni direttamente dal polso.

A partire dal 1 agosto, non ho ricevuto alcun aggiornamento firmware che magari avrebbe potuto migliorare le varie cose che non mi sono per niente piaciute, dalla riconnessione che deve avvenire 7/10 manualmente al conteggio dei passi per nulla preciso. Il mio consiglio è di prendere in considerazione l’acquisto di altri dispositivi della sua categoria, come ad esempio la Mi Band 2 che ormai viene proposta ad un prezzo irrisorio.

Se, però, cercate un device che, ad esempio, misuri in maniera approssimativa la pressione sanguigna o che vi permetta di scattare foto in remoto utilizzando la fotocamera del vostro device con un semplice tap, allora la LYNWO M6 potrebbe fare al caso vostro.

LYNWO M6 – Prezzo

Lo store TinyDeal.com sta proponendo in promozione la smartband nelle colorazioni blu, rossa, arancio, verde e purple ad un prezzo di 21,38 euro con uno sconto del 37%.

Pro

Contro

  • Bel design
  • Ricarica tramite USB Type-A
  • Cinturino con 10 fori
  • Display OLED
  • Visualizzazione verticale e orizzontale
  • Possibilità di spegnerlo
  • Funzione Trova telefono
  • 5 colorazioni disponibili
  • Monitor della pressione sanguigna
  • Scatto remoto dal polso
  • Anteprima messaggi ricevuti
  • Numero di messaggi consecutivi ricevuti
  • Secondo cinturino incluso nella confezione
  • Buona autonomia
  • Display poco visibile sotto la luce del sole
  • Misurazione passi per niente precisa
  • Supporta solo Android
  • App companion non scaricabile dal Play Store
  • Connettore soggetto a rotture
  • Connessione traballante
  • Visualizzazione delle info tramite rotazione del polso non sempre funzionante
  • Non è possibile scorrere le info sul display ruotando il polso
  • Nessuna garanzia