Android Oreo

Android Oreo: non sarà più necessario il root per modificare il tema

Le motivazioni che spingono gli utenti smartphone a preferire Android rispetto alla concorrenza, sono le possibilità che il sistema del robottino verde rende disponibili per poter personalizzare grazie anche alla procedura di root sia l’aspetto grafico che funzioni di sistema. Con l’appena arrivato Android Oreo tuttavia, non saranno più necessarie procedure avanzate di root per cambiare tema.

Android Oreo non necessiterà del root per cambiare la veste grafica del sistema

Le prove di questa novità, sono state scoperte dagli sviluppatori della nota piattaforma XDA, i quali hanno trovato un modo per sfruttare l’OMS del sistema (Overlay Manager Service) su Android Oreo in modo da poter cambiare il tema dell’interfaccia con un noto theme-engine chiamato Substratum, senza dover ricorrere ad interventi di rooting o altre procedure che possono risultare complicate alla maggior parte dell’utenza Android.

Android Oreo

Substratum è una conosciuta app, dove è possibile trovare ed applicare temi su Android, ma che per farlo richiede l’accesso root alle funzionalità di sistema. Requisito non più necessario su Android Oreo, che grazie ad una semplice procedura permetterà all’app di lavorare anche senza l’accesso a quei privilegi.

Android Oreo

Il metodo scovato dagli sviluppatori XDA, richiede che lo smartphone sia collegato al pc, dove sarà avviata un’applicazione da cui sarà possibile navigare sul Play Store, così da installare l’app Substratum ed iniziare a personalizzare il proprio telefono. Tuttavia la procedura non è esente da compromessi, dovrete infatti eseguire l’app desktop ogni qual volta spegnete e riaccendete il vostro telefono ed oltre a questo, dovrete accedere all’app Substratum per rimuovere manualmente il tema che non vorreste più utilizzare.

Gli sviluppatori della piattaforma XDA, prevedono che l’app Substratum sarà presto disponibile per i dispositivi di casa Google, quali Pixel, Pixel XL ma anche Nexus 5X e 6P.