Yota Devices logo

YotaPhone 3: confermata l’esistenza del nuovo smartphone dual-screen | Ufficiale

Il produttore russo YotaPhone ha annunciato ufficialmente che la terza generazione di smartphone dual-screen è in fase di realizzazione. In particolare, l’azienda ha ufficialmente confermato l’esistenza dello YotaPhone 3 durante il China-Russia Expo tenutosi a Harbin.

Sfortunatamente, il brand russo è stato un po’ vago circa le specifiche tecniche, il design e la data di uscita ma non sul prezzo. Allora cosa sappiamo fino ad ora sullo YotaPhone 3? Come i precedenti modelli, la terza generazione di terminale avrà due display: uno a colori sul lato frontale e un schermo E-Ink sul retro.

YotaPhone 2
YotaPhone 2

YotaPhone 3: annuncio previsto per settembre? Ecco i prezzi

Per quanto riguarda i prezzi, lo YotaPhone 3 sarà disponibile in una configurazione con 64 GB di archiviazione interna ad un prezzo di circa 350 dollari (circa 313 euro) e una variante da 128 GB di memoria interna che costerà 450 dollari (circa 403 euro).

Una fonte del settore sostiene che il nuovo smartphone Android sarà disponibile in Cina a partire da settembre. In Russia, invece, dovrebbero partire i pre-ordini nello stesso periodo. Dovremo attendere, dunque, più o meno quel mese per scoprire maggiori dettagli sul nuovo telefono.

YotaPhone 3 render
YotaPhone 3

Riguardo il design, la società ha condiviso pochi mesi fa un render dove potrebbe averci dato un assaggio sulla struttura dello YotaPhone 3, purtroppo senza rivelare nulla di concreto. Non c’è ancora nessuna informazione se lo YotaPhone 3 sarà disponibile all’acquisto in altri mercati.

La società russa è stata una fra i primi a svelare uno smartphone dual-screen ed è ancora uno dei pochi produttori di device a proporre uno smartphone con display E-Ink. Nonostante la campagna crowdfunding dello YotaPhone 2 terminò con successo nel 2015, Yota Devices ha incontrato problemi, annullando il lancio del telefono negli Stati Uniti.

Speriamo che quanto successo con l’attuale generazione non capiterà anche con il prossimo smartphone Android.

Yota Devices logo