Project Treble

Google vuole porre finalmente fine al problema della frammentazione con Project Treble

Da sempre Google ha lamentato il fenomeno della frammentazione delle versioni Android negli smartphone, causato dai ritardi delle aziende nel rilasciare gli update per i loro dispositivi, dovuti alle personalizzazioni e ai kernel proprietari che vanno adattati ad ogni aggiornamento e che di conseguenza ne allungano i tempi di lavorazione. Ma Project Treble, un programma appena presentato della società della Silicon Valley, è destinato a far diventare tutto ciò un ricordo, eliminando definitivamente tale problema.

Aggiornamenti per tutti senza più ritardi, un sogno che si avvera

Il progetto consiste in quello che forse sognavano da tempo (compresi noi) in tanti, ovvero la separazione del framework di Android dal kernel. Questa “ri-architetturizzazione” del sistema operativo renderà finalmente indipendente l’aggiornamento della versione Android dalla personalizzazione della casa madre, e porrà finalmente termine alla famigerata frammentazione che dall’inizio dei tempi è una spina nel fianco del robottino verde.

Project Treble

Allo stato attuale infatti, le aziende devono per forza di cose aggiornare il loro software ogni qual volta Google presenta un nuovo framework, aumentando di conseguenza i tempi di lavorazione per gli upgrade o addirittura spingendo le aziende stesse a non aggiornare lo smartphone in molte situazioni.

Ma con Project Treble il vento è finalmente destinato a cambiare, l’intento per riuscire a separare il framework di Android dal kernel a detta di Google è quello di:

“Separare l’implementazione del fornitore, ovvero i drivers e il kernel proprietario del dispositivo che sono scritti in gran parte dai produttori hardware, dal sistema operativo. Ciò è possibile con l’introduzione di un’interfaccia che comunica tra il software proprietario e il framework di Android. L’interfaccia del fornitore sarà convalidata da un Vendor Test Suite per assicurare compatibilità con il software delle case madri.”

Project Treble vedrà la luce presto, con i dispositivi che verranno aggiornati ad Android O, risultando già in esecuzione sui Pixel che ne stanno facendo girare la Developer Preview.

Un decisione quella di Google, che sicuramente rappresenta un cambio epocale secondo il nostro parere, atta ad accontentare molti utenti ormai stufi dei continui ritardi delle case madri nell’aggiornare i propri dispositivi. Voi che ne pensate? Dite la vostra nei commenti!

  • dgero83

    Ci sarà qualche altra pippa a cui non hanno pensato. È dai tempi di gingerbread che dicono che questo o quello metterà fine alla frammentazione. Ci crederò solo quando lo avrò visto.

    • therederik92

      Questa volta mi sa ci siamo, è una cosa chiara e concreta