Samsung Galaxy S8 ed S8+

Samsung Galaxy S8 ed S8+: le 8 mancanze che hanno destato scalpore

Samsung ha svelato il 29 marzo i nuovi top di gamma Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+ stravolgendo un po’ quello che è l’attuale mercato degli smartphone. Prima della loro uscita, infatti, eravamo abituati a vedere telefoni sempre più identici tra di loro e senza quel tocco in più che permetteva all’utente di sostituire il vecchio modello con uno nuovo.

Grazie all’uscita dell’ottava generazione di Galaxy S, l’azienda sudcoreana ha cambiato le carte in tavola introducendo due terminali davvero interessanti che sicuramente riusciranno a distinguersi dagli altri competitor, soprattutto dagli iPhone di Apple.

“Leggi anche: Samsung Galaxy S8 vs Galaxy S7: confronto caratteristiche, prezzi e specifiche

In precedenti articoli, vi abbiamo riportato le numerosissime caratteristiche presenti a bordo dei nuovi Galaxy S8. Ci sono alcuni utenti, però, che si chiedono se ci sono delle funzionalità mancanti a bordo di entrambi i device, pur essendo di ultimissima generazione.

In questo articolo, vi riporteremo le 8 caratteristiche che Samsung ha “dimenticato” di inserire nei Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+.

“Leggi anche: Samsung Galaxy S8: le dieci cose che può fare rispetto iPhone

Samsung Galaxy S8 ed S8+

Samsung Galaxy S8 ed S8+: cosa manca sui nuovi top di gamma? Scopriamolo

Variante con display flat

Anche se il nuovo display Dual Edge con tecnologia Infinity Display è sinonimo di futuro ed eleganza, ci sono ancora molti utenti che non lo apprezzano. Anche se il produttore ha lanciato due modelli di smartphone, quest’anno hanno entrambi uno schermo curvo sui lati.

Non è disponibile, dunque, una versione con display flat. Alcuni consumatori, quindi, potrebbero ancora optare per la variante con schermo piatto dell’ex top di gamma Galaxy S7.

“Leggi anche: Samsung Galaxy S8 e S8+ presentati dall’azienda: ecco tutto quello che c’è da sapere!

Samsung Galaxy S8 ed S8+

Lettore di impronte digitali anteriore

Per via dell’implementazione di un display del genere a bordo di un corpo estremamente compatto, Samsung ha dovuto rinunciare all’inserimento di un tasto Home fisico sulla parte frontale, e di conseguenza ha dovuto spostare il lettore biometrico sulla parte posteriore.

La posizione più comoda per inserire uno scanner di impronte digitali è certamente sulla parte frontale. Samsung, però, ha voluto fare esattamente l’inverso. La posizione, inoltre, è anche abbastanza scomoda dato che bisogna avere una mano abbastanza grande per sbloccare comodamente il device appoggiando il dito sul sensore.

Molti, poi, confonderanno il sensore con la fotocamera posteriore, e di conseguenza si dovrà pulire spesso e volentieri il vetro. Fortunatamente, Samsung ha pensato di inserire altre modalità di sblocco come l’Iris Scanner e il riconoscimento facciale.

Samsung Galaxy S8 ed S8+

Android 7.1.1 Nougat

La terza caratteristica mancante sul Samsung Galaxy S8, e il suo fratello maggiore, è l’ultima versione disponibile di Android Nougat. Dato che parliamo di un vero e proprio flagship, presentato solo pochi giorni fa, l’azienda sudcoreana avrebbe dovuto installare l’ultima release del “robottino verde”.

“Leggi anche: Samsung Galaxy S8: ecco le migliori custodie acquistabili su Amazon

Decisione alquanto strana, quindi, è stata quella di pre-caricare Android 7.0 Nougat. Ovviamente, è possibile che l’azienda rilasci un aggiornamento dell’ultima versione di Android N in tempo per il giorno della sua commercializzazione dato che attualmente è in fase di pre-ordine.

Samsung Galaxy S8 ed S8+

6 GB di RAM

Uno dei trend del momento visto tra i vari produttori di smartphone, soprattutto di provenienza asiatica, è presentare smartphone con 6 GB di RAM. L’esempio più famoso è il OnePlus 3 (assieme al 3T) che dispone di un tale quantitativo di memoria RAM. Come sappiamo, Samsung ha annunciato i nuovi S8 ed S8+ con “solo” 4 GB di RAM.

Anche in questo caso la nuova Experience 8.1 dovrebbe essere in grado di gestire al meglio tale quantità di memoria RAM e sicuramente riuscirà a garantire delle performance superiori rispetto ad alcuni altri terminali presenti in commercio con 6 GB di RAM.

Samsung Galaxy S8 ed S8+

Doppia fotocamera

Partendo dall’Oukitel U20 Plus fino all’iPhone 7 Plus, al giorno d’oggi sono disponibili sul mercato numerosissimi telefoni dotati di una doppia fotocamera posteriore (e alcuni addirittura sulla parte frontale).

Stranamente quest’anno il brand sudcoreano ha voluto annunciare i suoi ultimi flagship con un singolo sensore posto sul retro, abbandonando, quindi, la moda attuale. Naturalmente, i nuovi S8 hanno ereditato una delle migliori fotocamere presenti sul mercato, ovvero quella da 12 mega-pixel che troviamo sui Galaxy S7 ed S7 Edge.

Un valore aggiunto presente sui nuovi telefoni è un nuovo software per aumentarne le prestazioni. Ovviamente, non è da escludere che la società presenti un qualche tipo di variante con doppia fotocamera dei nuovi flagship, in base ad alcune ultime immagini leaked emerse on-line.

Samsung Galaxy S8 ed S8+

Altoparlante stereo

Diversi utenti sono rimasti davvero delusi dalla presenza di un altoparlante mono a bordo dei nuovi Galaxy S8 ed S8+. Difatti, tutti si aspettavano la presenza di un doppio altoparlante stereo dato che ormai la maggior parte dei flagship presenti in commercio offrono un suono stereo, come nel caso degli iPhone 7.

Anche senza implementare un secondo speaker sul fondo, Samsung avrebbe potuto sfruttare la capsula auricolare come secondo altoparlante, in maniera simile a quanto fatto da Huawei sul suo Mate 9.

“Leggi anche: Samsung Galaxy S8+: ecco le migliori custodie su Amazon

Samsung Galaxy S8 ed S8+

Batterie da 3000/3500 mAh (solo?)

Dopo il problema ottenuto con il Galaxy Note 7, Samsung ha intensificato i controlli sulle batterie per i nuovi S8 ed S8+. Gli ultimi smartphone Android della casa sudcoreana sono alimentati da batterie da 3000 mAh e 3500 mAh, rispettivamente. Molti utenti, tuttavia, si aspettavano almeno unità da 4000+ mAh data la presenza di display così grandi.

Fortunatamente, in base ai primi test svolti, i due device riescono a garantire una buona autonomia grazie al processore Exynos 8895 a 10 nm (almeno qui da noi in Italia), il quale garantisce delle performance superiori e un minor dispendio di energia, e alla Samsung Experience 8.1 molto ottimizzata.

Samsung Galaxy S8 ed S8+